RomaNordToday

Cassia, 400 "nonni" in un tendone: a due passi il nuovo centro anziani incompiuto

Da oltre dieci anni la terza età della Cassia svolge le attività ricreative in una struttura precaria e inidonea: dal Municipio XV l'impegno ad acquisire e completare il bene di via San Felice Circeo

Pareti, soffitto e finestre di plastica, un tendone a contenere e proteggere le attività ricreative della terza età: così, da oltre dieci anni, si ritrovano i quasi 400 iscritti al centro anziani di via Cassia, 724. In una struttura precaria, inadatta e insicura: una sede "temporanea" divenuta invece, nei fatti, definitiva. 

Cassia, anziani nel tendone: a due passi il centro incompiuto

Eppure a due passi da li, in via San Felice Circeo, c'è un edificio che avrebbe dovuto ospitare gli anziani della Cassia: peccato però che quello stabile, opera a scomputo del PUP, risulti in costruzione dal 2011. Mai ultimato però dalla ditta incaricata. 

Un bene dovuto alla cittadinanza rimasto dunque incompiuto, da anni sottoposto ad abbandono e logorio. 

Centro anziani San Felice Circeo: fondi per il completamento

Nel gennaio 2014 il Municipio XV si mostra disponibile a prendere in consegna il bene, seppur non ultimato, e nel Bilancio 2015 stanzia i fondi per gli interventi di completamento della struttura. Una situazione, dopo anni, ancora in stallo. Fino all'ultimo Consiglio del Quindicesimo. 

Nell'ultima seduta il parlamentino del Municipio XV è tornato ad affrontare la questione votando favorevolmente un documento presentato dal Pd che chiede di continuare quanto fatto dalla precedente Giunta per la ripresa in possesso dei locali da destinare al Centro anziani San Felice Circeo.

Centro anziani San Felice Circeo: l'impegno del Municipio XV

Il documento chiede  al Presidente di attivarsi con urgenza presso il Sindaco e gli Uffici competenti "per prendere possesso del bene di proprietà comunale ed ultimarlo con i fondi messi a disposizione dalla precedente amministrazione al fine di evitare ulteriori ammaloramenti della nuova struttura e tutelare l'incoumità degli iscritti attualmente ospitati in locali disagiati, ma fondamentali  a garantire la socializzazione degli stessi". 

Centro anziani Cassia: "Acquisizione importante per 380 iscritti"

"A distanza di 13 mesi dalla sua presentazione da parte nostra, oggi finalmente è stata portata in Aula la Risoluzione. Senza soffermarci troppo a stigmatizzare il ritardo con cui il M5S si è degnato di approfondire la questione, ci auguriamo adesso - il commento a margine del voto dei consiglieri del Pd, Daniele Torquati e Agnese Rollo - che con questo voto la maggioranza porti a compimento un percorso importante per l'intero quadrante della Cassia e per gli oltre 380 anziani iscritti ad oggi al Centro". 


 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

Torna su
RomaToday è in caricamento