RomaNordToday

I cinghiali invadono Roma Nord: "Raggi non ignori emergenza"

Gli esemplari per le strade, nei cortili e indisturbati nei parchi: al via una raccolta firme per chiedere al Comune di prendere provvedimenti

Dagli esemplari avvistati in solitaria addirittura sulle rampe del Grande Raccordo Anulare, a quelli in branco sorpresi a "banchettare" tra i cassonetti della spazzatura o intrattenere il pubblico dei curiosi nei giardini pubblici

I cinghiali invadono Roma Nord 

A Roma Nord non si arresta l'invasione dei cinghiali che dal Parco di Veio e dall'Insugherata arrivano indisturbati sotto le finestre di villette e palazzine. 

E' così dall'Olgiata a Labaro, da La Giustiniana a Prima Porta dove non è raro vedere cucciolate a spasso nella marana che attraversa il quartiere. 

Una presenza ormai perenne ma allo stesso tempo inquietante soprattutto per chi si imbatte in incontri ravvicinati non proprio amichevoli: nel settembre scorso venti gli ungulati che hanno accerchiato un'automobile destinando la conducente ad una mattinata da brivido.

La Cassia ostaggio dei cinghiali, l'incontro ravvicinato è da brividi: in venti accerchiano un'auto

Nei parchi, come quello di Grottarossa, le scorribande dei cinghiali sono tra bambini e cani con Roma Nord a guadagnarsi, con buona pace degli abitanti di quelle zone, la nomea di #cinghialand. 

Una situazione mai risolta: l'Ente parco fa quel che può, mentre Comune e Regione continuano a litigare sulla competenza in materia. 

Una petizione sull'emergenza cinghiali

Così i cinghiali la fanno da padroni. "Un’emergenza sempre più incalzante alla quale occorre porre rimedio nel minor tempo possibile. Ne va della sicurezza, dell’incolumità e della salute dei cittadini" - ha scritto in una nota Rachele Mussolini, consigliera comunale della lista civica Con Giorgia e vice presidente della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza di Roma Capitale che, nei prossimi giorni, avvierà sull’intero territorio del XV Municipio una raccolta di firme. 

Una petizione per chiedere all’Amministrazione di prendere provvedimenti, adottando tutte le misure utili ad arginare il pericolo: "Affinchè - ha aggiunto - il Comune si faccia carico di questa problematica”.

La denuncia di Rachele Mussolini: "Città è zoo a cielo aperto"

“Nel luglio scorso avevo già segnalato con un’interrogazione al Sindaco la pericolosità, dimostrata anche da diversi fatti di cronaca, di questi animali che possono attaccare l’uomo e addirittura procurare incidenti sulle strade. Non possiamo continuare a lasciare che girino indisturbati a tutte le ore del giorno e della notte. Giorno dopo giorno questa città sta assumendo le sembianze di uno zoo a cielo aperto. La Giunta apra gli occhi, una volta per tutte, e - esorta Rachele Mussolini - si assuma le responsabilità che le competono". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

Torna su
RomaToday è in caricamento