RomaNordToday

La Giustiniana: riapre la scuola di via Giglio, per anni polo di degrado e rifugio per disperati

Dopo i lavori di ristrutturazione le aule chiuse nel 2012 tornano al territorio: al posto delle medie i bambini della materna "inagibile" di Case e Campi

La Giustiniana ritrova la scuola di via Giglio. Dopo sette anni l'edificio scolastico nel cuore della Cassia è tornato a servizio del territorio. 

Riapre la scuola Giglio: evacuata e chiusa nel 2012

Una storia annosa e complessa quella della scuola di via Giglio: evacuata nel novembre 2012 dai Vigili del Fuoco a causa di alcune infiltrazioni d'acqua che avrebbero potuto raggiungere e compromettere l'impianto elettrico, la ex scuola media non ha più riaperto. 

Nei primi mesi del 2013 le classi sono state trasferite nel nuovo plesso di via Iannicelli, nel consorzio di Case e Campi, così la scuola di via Giglio è caduta nell'oblio. 

La scuola di via Giglio nell'abbandono

Quasi dieci anni di abbandono, degrado e occupazioni abusive. Fuori cumuli di rifiuti, rovi e fango; dentro intonaco staccato, muffa e allagamenti. Un rifugio indecente per bande di disperati con il vicinato preoccupato per l'accensione di fuochi e la presenza di bombole del gas. 

Nel gennaio del 2018 l'intervento del Municipio XV che ha chiuso la scuola di via Giglio con lamiere e inferriate

I bambini di Case e Campi nella scuola di via Giglio

Un edificio che oggi, grazie all'investimento di 1milione e 200mila euro, è tornato almeno in parte ad un quartiere in emergenza. Si perchè la scuola di via Giglio adesso ospita le quattro classi della scuola dell'infanzia di Case e Campi: quella chiusa nell'ottobre del 2018 perchè "inagibile".

E' li che i bambini della materna martoriata dalle crepe, dopo mesi di ospitalità in altri plessi con i genitori alle prese con il traffico della Cassia, hanno ritrovato le loro aule. 

"Subito dopo la chiusura di Case e Campi abbiamo capito che il recupero della scuola di via Maurizio Giglio era l'unica soluzione per sopperire alla mancanza di quella struttura. Grazie anche al lavoro svolto dai consiglieri in Comune abbiamo reperito i fondi necessari per rimetterla in sesto e ci siamo riusciti. Quando siamo entrati in questa scuola per anni abbandonata - ha raccontato Stefano Simonelli, presidente del Municipio XV - le condizioni di devastazione erano inimmaginabili. Era un luogo impraticabile in ogni centimetro. Ringrazio gli uffici, i tecnici e la ditta per l'egregio lavoro svolto". 

"La riapertura della scuola di via Giglio - ha sottolineato il minisindaco - è un obiettivo importantissimo all'interno di un percorso che vogliamo concludere con la riapertura di Case e Campi: per adesso, e non è poco, siamo riusciti a tenerla unita. A non separare nè bambini nè insegnanti". 

"Purtoppo per anni gli edifici scolastici di Roma sono stati lasciati nell'abbandono più totale: per questo oggi, sempre più spesso, ci troviamo a far fronte a situazioni di emergenza come questa. Ringrazio i genitori per la pazienza e la comprensione che hanno avuto nel momento di criticità: l'epilogo positivo di questa vicenda - ha detto Maria Teresa Zotta, presidente della Commissione Scuola in Campidoglio - è stato reso possibile solo grazie al lavoro sinergico tra famiglie, uffici e istituzioni a tutti i livelli. Speriamo di fare lo stesso anche per la scuola Periello di Cesano". 

Cortile, parcheggio e aule ancora da sistemare

Dopo anni di decadenza e vuoto riapre dunque la scuola di via Giglio.

Da sistemare ancora area esterna e parcheggio, oltre al secondo piano: "In questo edificio - ha detto l'assessore alla Scuola del XV, Pasquale Russo - ci sono ancora quattro aule a disposizione: una volta sistemate saranno destinate in base all'esigenza del territorio". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Federico Tomei morto in un incidente: calcio laziale in lutto per la perdita del 22enne

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento