RomaNordToday

Il pomeriggio del cinghiale: a spasso tra vetrine dei negozi e tavolini della gelateria

L'avvistamento a Case e Campi davanti alle attività commerciali di via Iannicelli

Stupore ma anche qualche timore a La Giustiniana dove, ormai da mesi, continua l'assedio dei cinghiali: grossi esemplari che si aggirano lungo le strade, sui marciapiedi e nelle vicinanze dei cassonetti alla ricerca di cibo. 

A Roma Nord l'invasione dei cinghiali

Qualche tempo fa l'assalto di un branco alle pattumiere con l'aiuola di via Silla nella notte trasformata in una vera e propria discarica a cielo aperto: cassonetti ribaltati, sacchetti lacerati e rifiuti sparsi nel verde. 

Un vero e proprio accerchiamento per i residenti che vivono a ridosso delle Riserve Naturali di Roma Nord, vicino all'Insugherata o al Parco di Veio. Ma non solo. 

I cinghiali, ormai per nulla spaventati dal rumore delle auto o dalla presenza degli esseri umani, passeggiano indisturbati nei quartieri, nei giardini privati, nei parchi pubblici e nel verde dei condomini. Succede all'Olgiata come a Grottarossa, ma anche a Labaro e Prima Porta

Prima "senza parole", oggi senza soluzioni: cinghiali liberi anche nella Roma a Cinque Stelle

Un cinghiale tra tavolini e panchine

L'ultimo bizzarro avvistamento nel cuore di Case e Campi, l'area consortile lungo la via Cassia all'altezza de La Giustiniana. 

Un grosso esemplare per buona parte del pomeriggio, alla luce del sole ma sotto la pioggia battente di quel giorno, ha vagato senza timore o indugi per il mattonato di via Giorgio Iannicelli dove sorgono le attività commerciali della zona: così titolari e clienti di gelateria, ferramenta e negozio di animali sono rimasti stupiti e impietriti.

L'esemplare ha camminato tra sedie, tavolini, panchine e auto posteggiate soffermandosi sulle piccole aiuole della strada prima di riprendere la via Cassia e sparire nel verde. 

Il lupo unico valido alleato contro gli ungulati

L'ennesimo incontro ravvicinato in zona, nel pieno di quella Roma Nord ancora in attesa di soluzioni e strumenti che possano arginare l'invasione dei cinghiali. Una questione irrisolta tra provvedimenti blandi e incertezza. L'ultimo aiuto sul fronte cinghiale, con l'inerzia delle istituzioni ormai evidente, l'ha dato la Natura: al Parco di Veio sono tornati i lupi, validi alleati contro il proliferare degli ungulati. Almeno loro. Mentre la politica resta a guardare. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus, 1901 casi positivi nel Lazio. A Roma trend dei contagiati in calo

Torna su
RomaToday è in caricamento