RomaNordToday

A La Giustiniana "degrado e sporcizia": l'ira di via Labranca

Pattumiere ridotte ed eterni lavori in corso. Erbaggi: "Situazione a dir poco triste, ci chiediamo che fine abbiano fatto i Cinque Stelle"

foto archivio: luglio 2016

“Da mesi la situazione in via Antonio Labranca è a dir poco triste. Dall’insediamento del M5S nella Giunta municipale e in quella capitolina, i cittadini hanno visto praticamente di tutto. Il numero dei secchioni dell’immondizia presenti in strada si è inspiegabilmente ridotto. Mentre ci dicono che Roma è pulita, a via Labranca regnano degrado e sporcizia. Inoltre, da mesi la carreggiata è picchettata perché parte del muro dell’area giochi sta cadendo” - è questa la denuncia di Stefano Erbaggi, esponente della Lista Marchini, in merito alle condizioni della strada de La Giustiniana segnalate più volte anche dai residenti. 

“E’ difficile vivere in una strada così ma lo è ancor più vivere in una città amministrata in questo modo. Perché è evidente che quanto accade in via Labranca - sostiene Erbaggi - sia lo specchio di quello che avviene in una città che è allo sbando e nella quale tanto l’amministrazione del Municipio XV quanto quella del Comune non sembrano, ad oggi, avere quel quid necessario per voltare pagina”. 

Rimozione dei rifiuti, delle situazioni di degrado e della sporcizia accumulata nel tempo quanto chiesto dagli abitanti di via Labranca al cui grido d'aiuto si uniscono anche i residenti del resto del quadrante: "Marciapiedi impraticabili, caditoie ostruite e allagamenti alle prime piogge" - quanto denunciato da La Giustiniana. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta dal viadotto: morto imprenditore del crack Qui!Group

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Da Canova a Frida Kahlo, tutte le mostre da non perdere in autunno a Roma

  • Tenuta Castel di Guido, i lupi romani sono diventati ibridi. Chiesta la sterilizzazione

Torna su
RomaToday è in caricamento