RomaNordToday

Video e foto trappole, il Municipio XV si difende dagli ‘zozzoni’: “500 infrazioni in una settimana”

Immagini e riprese inoltrate ai Pics, telecamere installate nei punti più sensibili del territorio

Da una parte video e fotografie che immortalano cittadini ed esercenti intenti a conferire i loro rifiuti in modo sbagliato, dall’altra le foto trappole installate nei punti più sensibili del territorio: a Roma Nord è guerra agli “zozzoni”

Roma Nord: guerra agli “zozzoni”

Da Cesano a Labaro, dall’Olgiata al Fleming: si moltiplicano le iniziative dei cittadini ‘sentinelle’ che, rispondendo pure ai reiterati appelli della Sindaca Virginia Raggi, decidono di abbracciare la causa degli “onesti” inoltrando targhe e volti dei contravventori ai Pics e al Nucleo Ambiente e Decoro della Polizia Locale. 

Esempi da non emulare, tanto negativi da finire sui social nel tentativo di scoraggiare comportamenti simili ma anche forse di giustificare, in parte e in qualche modo, quell’emergenza rifiuti che a Roma Nord, orfana del TMB Salario dal dicembre scorso, si è fatta sentire più che in altri quadranti. 

La denuncia dei grillini sui social: “Ecco gli zozzoni”

“Ecco come funziona il porta a porta nel nostro municipio: usando gli appositi cassonetti per il pap per trasportare l'immondizia nei cassonetti in strada. Nel video si vede che scaricano sacchi, si riversano liquami a terra e si gettano altri sacchi nell'indifferenziata” – denuncia il Movimento 5 Stelle del XV postando il video, già nelle mani degli agenti, sulla propria pagina Facebook. 

Poco prima era toccato a degli “zozzoni” immortalati a La Giustniana, e sorpresi in flagrante, mentre conferivano in modo sbagliato. 

Nel Municipio XV arrivano le foto trappole

Ma non solo “zozzoni” all’indice del web. Nel territorio del Municipio XV “per arginare la scorretta abitudine dell’abbandono illecito di rifiuti”, sono arrivate anche le foto trappole

Telecamere "anti zozzoni", più poteri ai vigili urbani: ora le fototrappole le gestiranno i Pics 

“Uno strumento volto ad individuare e sanzionare chi sporca la città, attraverso un funzionamento simile alle normali telecamere ma dalla tecnologia più pratica, in quanto non necessitano di collegamenti alla rete elettrica, sono dotate di visibilità notturna, si confondono con l'ambiente e, vantaggio più importante, possono essere spostate, affinché si possano effettuare controlli in più aree tramite un solo dispositivo e frenare così il disonesto fenomeno” – spiegano i grillini. 

La guerra del Municipio XV agli zozzoni: “500 infrazioni in una settimana”

Top secret ovviamente la localizzazione, non i risultati ottenuti:  “In diverse aree del nostro territorio in una sola settimana sono state registrate oltre 500 infrazioni a cui – hanno fatto sapere da via Flaminia - sta dando seguito il nucleo Pics per i dovuti accertamenti”. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento