RomaNordToday

Le strade della Roma chic come discariche: "Ratti e rischio igienico sanitario"

La denuncia del Consorzio stradale di viale Cortina d'Ampezzo: "Intervenga la Asl"

Montagne di rifiuti sul ciglio della strada, cumuli tanto ingombranti da restringere pure le corsie di transito costringendo automobili e scooter allo slalom tra cartacce, cartoni e sacchetti finiti nel bel mezzo delle vie. Che dire poi di quei cassonetti tanto pieni, dentro e intorno, da risultare persino irraggiungibili. 

Emergenza rifiuti in viale Cortina d'Ampezzo

E' emergenza rifiuti anche in viale Cortina d'Ampezzo e dintorni: quadrante residenziale e chic di Roma Nord. Numerose le segnalazioni e i solleciti inoltrati dal consorzio al Municipio XV, al Comune e ad Ama per segnalare mancata raccolta, disservizi e conseguente "stato di pericolo". 

Condizioni pessime e inaccettabili, tanto da indurre Cortina d'Ampezzo a interessare anche la Asl "riguardo - scrive in una nota il presidente del consorzio Carlo Di Paola - alla grave situazione igienico sanitaria venutasi a creare nelle strade del Consorzio a causa della mancata raccolta rifiuti da parte dell’AMA". 

Mancata raccolta e strade come discariche

Un disservizio che va avanti da più di un anno: "La raccolta rifiuti nel Consorzio stradale Cortina d’Ampezzo e strade limitrofe è assolutamente carente come frequenza dei ritiri e insufficiente a causa della presenza di diverse postazioni non funzionanti e della eliminazione di alcuni cassonetti" - denunciano da Roma Nord sottolineando come l’accumulo di rifiuti sulle strade e sui marciapiedi abbia prodotto una situazione "di danno o pericolo alle persone e all’ambiente". 

Tutto particolarmente preoccupante, anche e soprattutto per la presenza nel comprensorio di scuole materne e nidi.

Roma Nord chiama la Asl: "Rischio igienico sanitario"

Da qui la formale istanza alla Asl affinchè accerti il rischio igienico sanitario nel Consorzio Cortina d’Ampezzo con specifico riferimento alle strade di viale Cortina d’Ampezzo, via Campo Catino, via Courmayeur, via della Mendola, via Misurina, via Rocca di Mezzo, via Roccaraso e via Vallombrosa, scongiurando il reiterarsi dei rischi rappresentati "anche previo diretto intervento presso ogni amministrazione o soggetto competente". 

"Tale condizione - incalza Di Paola - è divenuta intollerabile anche a seguito della comparsa di ratti che proliferano a causa della mancata raccolta dei rifiuti, ivi incluso il cosiddetto umido, con conseguente rischio igienico sanitario peri residenti ed in particolar modo per i bambini".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento