RomaNordToday

Al Fleming implosione delle fogne e voragini: il Municipio chiede video ispezioni e investimenti

Il parlamentino di Roma Nord unanime nel richiedere soluzioni per le condotte di via Flaminia al collasso: sulla strada cantiere da fine novembre

Video ispezioni e la richiesta di investimenti sulla rete fognaria per liberare il Fleming dall'implosione delle condotte e dalle voragini che dall'aprile scorso tengono in ostaggio la Collina del Municipio XV. 

Il parlamentino di Roma Nord, convocato in seduta straordinaria per discutere della voragine di via Flaminia, ha approvato all'unanimità due documenti con il preciso indirizzo di risolvere la questione intervenendo sulla fognatura "colabrodo" e verificando cause ed eventuali altre perdite nel sottosuolo. 

Le voragini incubo del Fleming

Già perchè dalla primavera passata per il Fleming le voragini sono un vero e proprio incubo. 

Ad aprile il cedimento di circa 8 metri di strada davanti al civico 722 di via Flaminia, tratto nevralgico per la viabilità della zona. Una falla che, a sette mesi di distanza, si è riaperta nello stesso identico punto spaccando di fatto il quartiere in due: prima le transenne, poi il senso unico alternato con la circolazione letteralmente in tilt. 

Il Natale "nero" del Fleming, geyser allaga la strada: il quartiere rimane a secco

Quel tratto della Flaminia è infatti fondamentale per chi dal Fleming scende su Corso Francia in direzione Tangenziale o centro, e per chi invece lo utilizza per arrivare, evitando semafori e intersezione con la Cassia, verso Saxa Rubra e GRA. Che dire poi dei disagi subiti dai residenti, intrappolati tra caos e clacson impazziti, e dagli esercenti con le attività commerciali e di ristorazione celate, nel pieno del periodo natalizio, dietro bandoni del cantiere e automobili in coda. 

Il Municipio XV chiede video ispezioni e investimenti

Una situazione insostenibile. Così il Municipio XV, con il proprio Consiglio unanime e determinato, si è fatto sentire impegnando il presidente ad attivarsi presso il SIMU affinchè Acea Ato 2 provveda a video ispezioni e verifiche del sottosuolo per accertare lo stato di fatto delle condotte e programmare così eventuali investimenti che possano evitare al Fleming nuove voragini. Inoltre il parlamentino di via Flaminia ha chiesto a Roma Capitale di pretendere l'utilizzo degli utili di Acea per la manutenzione ordinaria delle reti.

Da riparare poi depressioni del mattonato, voragini e fuoriuscite che vessano via Flaminia, rendendola "a rischio crollo", da via Nitti al civico 831. 

Insomma un lavoro certosino sugli impianti al collasso, con pure la ricerca dello storico degli interventi, affinchè le fognature del Fleming non implodano ancora costringendo la Collina di Roma Nord a vivere tra geyser improvvisi, voragini e cantieri. 


 

Potrebbe interessarti

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Distributori di Benzina "No Logo": dove il pieno costa meno

  • 7 laghi meravigliosi da visitare nei dintorni di Roma

I più letti della settimana

  • Terremoto Roma: scossa avvertita in diverse zone della città. Epicentro a Colonna

  • Atac: tutti gli abbonamenti agevolati

  • Uccide la moglie e poi si spara: i due coniugi non riuscivano a pagare l’affitto

  • Sciopero a Roma, martedì 25 giugno metro e bus a rischio: tutte le informazioni

  • Il miglior pane d'Italia: il Gambero Rosso premia due forni di Roma con il massimo dei voti

  • Marito e moglie morti in casa a Tomba di Nerone, ipotesi omicidio-suicidio

Torna su
RomaToday è in caricamento