RomaNordToday

Incendio TMB Salario, nube nera su Roma Nord: il Pd del XV chiede esenzione Tari e analisi Asl

Il documento presentato dal vicepresidente della Commissione Ambiente, Marcello Ribera: "Campidoglio avvii servizio monitoraggio su effetti diossine"

Esenzione dalla Tari e analisi da parte della Asl anche nel municipio XV, territorio confinante con il III e dunque investito più di altri dalla nube nera e densa sprigionata dall'incendio al TMB Salario: è questo il contenuto di un ordine del giorno presentato in via Flaminia dal Pd di Roma Nord.

Incendio al TMB Salario: i dati di Asl e Arpa 

I dati di Arpa (qui nel dettaglio) e Asl Roma 1 a lavoro tra i quartieri di Villa Spada e Fidene sono incoraggianti. Stando alle analisi, l'incendio al Tmb Salario non ha causato "situazioni o condizioni di esposizione ambientale meritevoli di specifici provvedimenti per la tutela della salute" - ha scritto il direttore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica della Asl Roma 1, Enrico Di Rosa, in una missiva inviata al Comune di Roma e all'Arpa Lazio.

Nella lettera si legge inoltre che l'incendio "non ha determinato nelle zone urbane più vicine, nè in quelle site a maggiore distanza dall'impianto, concentrazioni di sostanze inquinanti o irritanti tali da determinare infiammazioni delle vie aeree superiori o degli occhi o danno alle basse vie respiratorie o agli alveoli, o della cute". 

La richiesta: "Analisi Asl anche in XV"

Ma i consiglieri piddini del Quindicesimo chiedono che il medesimo lavoro sia fatto anche nelle zone del territorio di Roma Nord più vicine allo stabilimento Ama andato in fumo: da qui la richiesta ai colleghi di Consiglio di impegnare il Campidoglio affinchè "attivi un servizio di monitoraggio sugli effetti delle diossine sulla salute della popolazione coinvolta".

Raccolta al collasso: chiesta esenzione Tari

Oltre all'aspetto sanitario, da porre all'attenzione del Comune anche quello "pratico": da quando il TMB Salario non è più utilizzabile le strade di Roma Nord, come buona parte di quelle di tutta la città, si sono trasformate in vere e proprie discariche a cielo aperto. E' così da La Giustiniana al Fleming, passando per Grottarossa, Labaro e Saxa Rubra. Un servizio, quello di raccolta rifiuti, talmente a rilento da risultare quasi inesistente. 

Così il Pd prova a chiedere a Roma Capitale che venga riconosciuta, per l'annualità 2019, l'esenzione dal pagamento della Tari "da parte di tutta la popolazione esposta alla nube tossica fuoriuscita a causa dell'incendio al TMB Salario". 

Intanto l'assessora alla Sostenibilità Ambientale, Pinuccia Montanari, incassato l'ok della regione Abruzzo per il trattamento dei rifiuti, seppur in quantitativo minore rispetto al 2018, ha assicurato che sul fronte rifiuti per Roma "sarà un Natale tranquillo".

Una speranza per i residenti del XV costretti da giorni allo slalom tra sacchetti della spazzatura e scatoloni.

Potrebbe interessarti

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Incendio in via del Cappellaccio: in fiamme deposito di pneumatici, fumo nero tra Eur e Ostiense

  • A Roma per una visita medica, muore investita da camion. "Stava attraversando le strisce"

  • Cerveteri si prepara al Jova Beach Party: bagni vietati e stabilimenti chiusi in anticipo. Tutte le info

Torna su
RomaToday è in caricamento