RomaNordToday

"Faceva prima mi nonno co 'na pala": il palazzetto di Cesano incompiuto da dieci anni

L'opera approvata nel 2001 è ferma dal 2009, protesta la Lega. Pd in Commissione Trasparenza: "Bisogna sbloccare cantiere"

I pilastri di cemento logorati dal trascorrere del tempo e dalle intemperie, i piani mai finiti con le finestre ad affacciare sul nulla e i ponteggi deserti: il palazzetto dello sport di Cesano è un ecomostro che il territorio guarda giacere nell'abbandono dal 2009. 

Palazzetto dello sport di Cesano: opera fantasma dal 2009

Di quella struttura polifunzionale, approvata nel 2001 e destinata ad essere una delle più moderne e attrezzate di Roma Nord, sono state realizzate solo le mura perimetrali. Poi nulla più. Nessuna traccia dei campi da pallavolo e basket pronti a trasformarsi in auditorium o sala convegni, mai realizzati quei 1300 posti a sedere previsti. 

Un palazzetto dello sport fantasma che Cesano, privo di strutture del genere, reclama a gran voce. Nel 2015 il finanziamento di 1 milione e 700mila euro per dare inizio alla seconda fase dei lavori, due anni dopo la conferma dei fondi dal Campidoglio nel frattempo diventato grillino. 
Nel mezzo nulla di concreto: il palazzetto dello sport di Cesano giace ancora incompiuto, grigio e deserto. 

La Lega a Cesano: "Faceva prima mi nonno co na pala"

"Faceva prima mi nonno co na pala" - lo striscione affisso davanti all'impianto dalla Lega del Municipio XV per chiedere all'amministrazione di via Flaminia di far luce sull'opera. "Perché, stando al cartello esposto fuori dal cantiere, i lavori sarebbero dovuti terminare a Settembre 2018 ed invece siamo ancora molto lontani dalla conclusione dell'opera?" - domandano i leghisti chiedendo trasparenza. 

La Commissione Trasparenza: "Sblocchiamo l'opera"

Una questione, quella del palazzetto dello sport di Cesano, affrontata anche nella Commissione Trasparenza del Comune.

"Sembrerebbe che, per superare lo stallo, si possa evitare di ripartite con la pubblicazione di una nuova gara d’appalto e far concludere i lavori all’impresa che già opera nel cantiere. C’è il parere favorevole dell’Avvocatura comunale, ora serve l’ok del dipartimento competente. Per questo, oggi stesso la commissione scriverà al dirigente responsabile del procedimento per chiedergli di accogliere questa richiesta nell’ottica di sbloccare il più rapidamente possibile il completamento di un’opera che il territorio attende da anni e rifinanziata, dopo lo stop del 2009 durante Alemanno, con un milione e 700 mila euro durante le Giunte Marino e Torquati” - hanno scritto in una nota il presidente della Commissione capitolina Trasparenza, Marco Palumbo, e la consigliera Pd del Municipio XV Angese Rollo.

“Bisogna sbloccare subito il cantiere per la realizzazione del palazzetto dello sport di Cesano. Un’opera ferma dal 2001 per disguidi tecnici che negli anni la hanno trasformata in un vero e proprio ecomostro. È inaccettabile - hanno concluso -  che il territorio attenda da così tanto tempo un centro polifunzionale senza che le istituzioni abbiano finora trovato una soluzione a questo impasse". 
 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla

  • Sos pancia gonfia, cause e rimedi per combatterla

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Sciopero: oggi 24 luglio stop a metro, bus, treni e taxi. Tutte le informazioni

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

  • Incidente Anagnina, perde il controllo della moto: muore 32enne

  • Pistola contro la vittima per rapinarla del Rolex, poi cade in scooter durante la fuga

Torna su
RomaToday è in caricamento