RomaNordToday

Palazzetto di Cesano: il sogno sportivo naufraga tra cemento e abbandono

L'impianto doveva essere un fiore all'occhiello per il territorio: dal 2009, anno dell'inizio dei lavori, sono state erette solo le mura perimetrali che ora giacciono però tra i rovi. Territorio e Gente: "La Sindaca non se ne lavi le mani"

Uno scheletro di cemento che giace mesto e abbandonato tra rovi e ferri arrugginiti, qui il calore del pubblico e le prodezze atletiche promesse non sono mai arrivati: al loro posto l'ennesima opera incompiuta della Capitale. Siamo a Cesano, periferia estrema del Municipio XV, dove la collettività attende da anni il completamento del Palazzetto dello Sport che ad oggi appare sempre più un miraggio

Oltre mille posti a sedere, campi da pallavolo e basket facilmente convertibili in sedi per convegni e platee per concerti, una palestra, uffici e parcheggi: questo quanto previsto dal progetto approvato nel lontano 2001. I lavori cominciarono solo nel 2009.

Obiettivo realizzare in quel di Cesano un vero e proprio fiore all'occhiello dell'impiantistica sportiva rispondendo alle esigenze delle società dilettantistiche del territorio e a quella carenza di strutture fondamentali non solo per lo svolgimento dell'attività fisica ma anche per creare aggregazione e socializzazione in aree in tal senso carenti.

La fine dei lavori era prevista per il giugno 2009 ma ad oggi, a oltre sette anni di distanza con pure il fallimento della ditta incaricata di realizzare l'opera pubblica su terreno pubblico, di quel sogno rimangono solo le logore mura perimetrali.

Nel luglio scorso la risoluzione del Municipio XV per sollecitare, visto il finanziamento di circa 1 milione e 700 mila euro, Roma Capitale e il Dipartimento SIMU a dare inizio alla seconda fase dei lavori evitando così pure l'ulteriore deterioramento di quanto già tirato su. Ma nulla ancora a Cesano sembra muoversi, così a tornare sulla questione è stata l'associazione politica Territorio e Gente che in merito aveva promosso pure una raccolta firme.

"Non è più rimandabile il completamento di un'opera che il quartiere attende da tempo, così come sarebbe irresponsabile da parte dell'amministrazione capitolina, lavarsi le mani di fronte a questo stato di cose" - hanno detto da Cesano comunicando come sia stato presentato, tramite il Consigliere capitolino Ignazio Cozzoli, un ordine del giorno in tale direzione.

"Speriamo - hanno concluso - di riuscire a sensibilizzare il Sindaco Raggi e la sua Giunta sull'importanza della ripresa dei lavori del Palazzetto dello Sport".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

Torna su
RomaToday è in caricamento