RomaNord Today

Tromba d'aria a Cesano, Raggi visita la scuola che fu devastata: "Questa è comunità esemplare"

Virginia Raggi ha visitato la scuola Angelini di Cesano, violentemente colpita dal tornado di novembre: poi il saluto ai familiari del maresciallo Fiorese, rimasto ucciso in seguito all'uragano

Era il 6 novembre scorso quando, nel bel mezzo del pomeriggio, Cesano venne investito da una violenta tromba d'aria: il tornado si abbatté nel cuore del quartiere alla periferia del Municipio XV causando ingenti danni e una vittima, il maresciallo in pensione Fernando Fiorese.

Una forza distruttiva inaspettata e sorprendente che per giorni lasciò il quartiere in ginocchio. Tra gli edifici pubblici più colpiti la scuola Angelini in via Sforzini: strada di accesso impraticabile a causa dei muretti distrutti, vetri in frantumi e spazi esterni costellati di schegge, tegole saltate e alberi crollati.

Da li la chiusura per ristabilire lo stato delle cose, poi la riapertura parziale con gli alunni a fare i doppi turni e convivere per qualche settimana con il cantiere in corso, fino alla tanto agognata riappropriazione della totalità degli spazi, arrivata ad un mese dal nefasto evento. Di recente il permesso alla fruizione del cortile esterno, pulito dai volontari. 

E a quasi cinque mesi dalla tromba d'aria di Cesano oggi la Sindaca Raggi ha voluto far visita alla Scuola Angelini, risorta grazie all'impegno dell'intera comunità. Ad accogliere la prima cittadina, in via Sforzini con l'assessora Baldassarre e la consigliera capitolina Zotta, le istituzioni del Municipio XV, la preside, le docenti e il personale della scuola, le classi al completo e tanti residenti che non hanno voluto saltare l'appuntamento. 
"Tornare qui dopo cinque mesi e ricordare quello che abbiamo passato tutti mi provoca grande commozione. E' stato un evento del tutto inaspettato e che ci ha colpiti nel profondo: vorrei però sottolineare - ha detto il minisindaco del Quindicesimo, Stefano Simonelli - che qui nessuno ha pianto senza rimboccarsi le maniche. Un piccolo miracolo: Cesano è rinato da sola, con l'aiuto di tutti. In un mese abbiamo riaperto la scuola, qualche settimana fa tutte le aree esterne. Nella tragedia è stata la vittoria della collettività". 

E a sottolineare questo aspetto anche la Sindaca: "Sono qui proprio per ringraziare tutta la comunità che ha fatto la sua parte affinchè Cesano ricominciasse a vivere. Oggi festeggiamo una comunità che si è messa insieme per reagire: la natura a volte è' imprevedibile ma qui tutti hanno saputo reagire, rimettendo in piedi la scuola" - ha detto la prima cittadina ricevendo doni e pensieri da parte dei piccoli alunni. Poi un momento, in assoluta riservatezza, con i familiari del maresciallo in pensione che nella tromba d'aria ha perso la vita. "Ci sono disastri naturali e disastri che invece compiono gli uomini. Lavorare per e non lavorare contro è l'unico modo per farcela" - ha aggiunto l'assessora Baldassarre. 

E, oltre gli onori di casa, non sono mancate le richieste al Municipio XV e al Campidoglio. Alcuni genitori hanno fatto presente come, nonostante la pulizia, nel cortile esterno vi siano ancora schegge di vetro e detriti: "Dopo la pulizia effettuata da volontari e attivisti, e non da una ditta specializzata, il cortile è fruibile ma non del tutto sicuro: sono ancora presenti infatti frammenti di vetro, legni e metalli. Per la sicurezza dei nostri figli ne chiediamo la rimozione con estrema urgenza" - ha detto a RomaToday una mamma. Un fronte sul quale anche via Flaminia 872 sta lavorando: "La situazione è complessa, stiamo pensando di agire alla rimozione di quei pochi vetri rimasti conficcati nel terreno con qualche tipo di aspiratore che possa garantire gli effetti sperati" - ha assicurato Simonelli.

Presenti alla Angelini anche alcuni rappresentati della scuola media di Borgo: "Noi non abbiamo una palestra, facciamo educazione fisica all'esterno tra pericoli e intemperie. Stiamo comunque dando alle istituzioni il grande esempio: quello di voler fare. Siamo arrabbiati e stufi di non essere considerati: vorremmo solo poter svolgere quella materia in una struttura idonea ed adeguata" - le esigenze e le richieste rappresentate da uno studente. 

Poi quella avanzata dai proprietari della strada, ancora area cantiere, che porta alla scuola Angelini: "In quarant'anni nessuno si è mai interessato: la via di accesso alla scuola è di nostra proprietà, siamo molto arrabbiati con il Comune perchè nessuno ci ha mai ascoltati prendendosi quel che ci appartiene". "Siamo a conoscenza della problematica e ce ne stiamo occupando" - la replica della Sindaca alla proprietaria proprio a margine della visita alla Angelini. Dunque su Cesano, risarcimenti attesi a parte, tante ancora le problematiche esistenti: con una comunità di quartiere che, uscita più forte e coesa dalla tragedia, non mancherà sicuramente di far sentire la propria voce. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Allegati

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      Colombo, il sottopasso Malafede si avvicina: la partenza del cantiere nel 2018

    • Politica

      Nasce l'Acea a Cinque Stelle: eletti i nove membri del Cda

    • Politica

      Centocinquanta milioni per la Sapienza: in arrivo nuove residenze, biblioteche e servizi

    • Politica

      Roma Tpl, il Durc adesso è ok. Ora i lavoratori aspettano due stipendi

    I più letti della settimana

    • La Storta, erba incolta e cani morsi: nel parco è "allarme vipere"

    • Pariolini molesti, tolleranza zero: blitz e controlli a piazza Euclide

    • Olgiata, droga in casa: arrestato il padre di Kishna

      Torna su
      RomaToday è in caricamento