RomaNordToday

La Storta, "via Tieri non è pista Formula Uno": in XV petizione per la sicurezza stradale

Il Comitato Via Vincenzo Tieri ha consegnato al Municipio XV una petizione per chiedere interventi di moderazione del traffico: 420 le firme raccolte. I residenti: "Sia strada di quartiere"

Auto, scooter e camion che sfrecciano tra le abitazioni incuranti del codice della strada, dei limiti imposti e della presenza dei pedoni in una via che non si presta di certo all'alta velocità. Succede in via Vincenzo Tieri a La Storta dove i residenti denunciano l'utilizzo di quel tratto come se fosse una pista di Formula Uno. 

"Via Tieri è una strada ad 'alta velocità' nel senso letterale dei termini. Auto, moto e camion, facilitate dall’ampia carreggiata e da un tracciato che ricorda quello di un circuito automobilistico, sfrecciano durante tutto il giorno e di notte a grande velocità, incuranti delle strisce pedonali presenti e senza rispettare i limiti di velocità previsti dalla legge. È una strada che nel corso degli anni ha assunto un ruolo sempre più importante per gli automobilisti come transito a scorrimento veloce tra Cassia, Cassia bis e Braccianese. Ma la strada non scorre nel deserto. Attraversa un quartiere con abitazioni, aree verdi ed esercizi commerciali. E, quindi, con bambini, anziani, ciclisti, pedoni. Via Tieri è una 'strada di quartiere' a tutti gli effetti e non una tangenziale o una 'superstrada' come invece è diventata" - denunciano dal Comitato di Quartiere. 

Una problematica da risolvere immediatamente prima che i rischi segnalati si trasformino in tragedie annunciate: tanti negli anni gli incidenti con addirittura il Municipio allora XX a votare, ben dieci anni fa, una risoluzione alla quale però non è mai stato dato seguito. 

Nel 2013 vennero pure installati alcuni cartelli d’avviso di un controllo elettronico della velocità, mai posto in essere, nonché un "rilevatore di velocità", rimosso alcuni mesi dopo perché guasto e mai più sostituito. 

"L’installazione del predetto rilevatore, oltre a mostrare un’iniziale sensibilità delle istituzioni cui purtroppo non è stato dato seguito, equivaleva - tengono a sottolineare Mario Carta e Giovanni Giallombardo dal Comitato - al riconoscimento della necessità di richiamare l’attenzione e spingere gli automobilisti a moderare la velocità". 

Così, stufi di attendere soluzioni e deterrenti che tardano ad arrivare, gli abitanti di via Tieri e strade limitrofe si sono rimboccati le maniche riprendendo l'annosa battaglia. Alcuni rappresentanti del Comitato Via Vincenzo Tieri hanno consegnato in XV Municipio una petizione sulla sicurezza stradale in Via Tieri: una richiesta indirizzata tra gli altri al Presidente del XV Municipio, alla Commissione Ambiente e Mobilità e alla Polizia locale. Il documento è stato illustrato durante la seduta della Commissione Ambiente e Mobilità di via Flaminia 872. 

"La petizione fa parte della campagna 'Via Tieri, una strada di quartiere non una pista' e ha come obiettivo quello di portare ancora una volta all'attenzione delle istituzioni preposte (Comune, Municipio, Polizia locale) la questione della sicurezza stradale in Via Tieri. Ma stavolta con la forza della firma di ben 420 cittadini" - fanno sapere dal Comitato di Quartiere. 

Interventi di "moderazione del traffico" strutturali che potrebbero essere realizzati in maniera integrata o in alternativa (attraversamenti pedonali rialzati, autovelox, isole salvapedoni) che mirino a ridurre la velocità delle auto e ad impedire altre violazioni del codice stradale in Via Tieri: quanto richiesto dagli abitanti dell'ara. E chissà se almeno questa sarà la volta buona. ù

"Ci chiediamo quando - concludono Carta e Giallombardo - le istituzioni cominceranno ad occuparsi del vero e proprio conflitto stradale che continua a provocare morti e feriti anche lungo le strade del nostro municipio".

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

Torna su
RomaToday è in caricamento