RomaNordToday

I "treni brutti" vanno in pensione: sulla Roma Nord ne arrivano sei nuovi

Dalla Giunta della Regione Lazio il via libero all'acquisto di 11 nuovi treni per le ferrovie ex concesse

Li hanno invocati a gran voce tramite segnalazioni, denunce e addirittura contest fotografici: alla fine il sogno dei pendolari di vedere sulla linea Roma-Civitacastellana-Viterbo treni nuovi, puliti e decorosi è più vicino. 

Nuovi treni per la Roma-Civitacastellana-Viterbo

La Giunta regionale del Lazio ha infatti dato il via all'acquisto di 11 nuovi treni per le ferrovie ex concesse. Il bando, dal valore di 100 milioni di euro, riguarda una prima tranche dell'intera fornitura di 38 treni previsti dall'Accordo Quadro del valore complessivo di 315 milioni di euro: un pirmo tassello che porterà sulla Ferrovia Roma Nord sei nuovi treni. Cinque sulla Roma Lido

Il contest di #Trenobrutto

Una buona notizia per tutti coloro che usano la Roma-Civitacastellana-Viterbo spesso alle prese con vagoni vecchi e fatiscenti: tanto decadenti da "guadagnarsi" un concorso fotografico promosso dal Comitato dei Pendolari. #Trenobrutto l'hashtag scelto per il contest con l'obiettivo di immortalare il treno più brutto, dentro e fuori. Il più vandalizzato, arrugginito, devastato della linea ferroviaria. 

#Trenobrutto sulla Roma Nord: gli scatti dei Pendolari per denunciare "vagoni fatiscenti"

Una volta verificata la sussistenza dei requisisti richiesti, verrà consegnato il capitolato alle 7 società che hanno partecipato alla prima fase di accreditamento, che sulla base del documento presenteranno la propria proposta. 

Per la manutenzione 13 milioni di euro

La delibera approvata in Regione ha inoltre quantificato in 13 milioni di euro, da ripartire in 10 anni, gli oneri per la manutenzione ordinaria e straordinaria del parco mezzi. "Il provvedimento approvato in Giunta rappresenta un importante passo verso il miglioramento delle condizioni di viaggio dei nostri pendolari. Una prima risposta alle difficolta' degli utenti delle ferrovie ex concesse - ha detto Mauro Alessandri, assessore ai Lavori pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità della Regione Lazio - a cui seguiranno interventi di manutenzione straordinaria dei treni fermi in deposito, che saranno pronti ad entrare in servizio a partire dal mese di settembre".

I primi nuovi treni, da tempo attesi dai pendolari della Roma Nord e della Roma Lido, in tutto 140mila al dì secondo il rapporto di Pendolaria, dovrebbero entrare in servizio nel 2022.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento