RomaNordToday

La sicurezza stradale si impara in parrocchia

L’Associazione Sportiva Guida Sicura il prossimo weekend terrà un corso di educazione stradale nella parrocchia Gran Madre di Dio a Ponte Milvio. E’ la prima volta che in una parrocchia si realizza una proposta di questo genere

L'ASGS è un’organizzazione no profit che nasce a Roma nell’aprile del 2007 su idea di Massimiliano Zanetti, da sempre vicino al mondo dei motori sia per lavoro sia per passione, (è infatti tecnico nell’officina meccanica di famiglia, pilota, istruttore e collaudatore).
La buona idea è quella di mettere a disposizione la propria passione e la propria esperienza in questo campo per combattere le sciagure sulle strade.

In più, rendendosi conto che in Italia partecipare ad un corso di educazione stradale e guida in sicurezza aveva costi proibitivi, ha voluto organizzarne di pari professionalità e qualità a costi molto più abbordabili.
I membri dell’associazione senza fini di lucro, dedicano molto del loro tempo alla realizzazione di questi obiettivi e in questo particolare caso hanno ottenuto il sostegno del Vicariato di Roma. Abbiamo intervistato Massimiliano Zanetti, presidente dell’ASGS

A chi si rivolge questa iniziativa?

A tutti i cittadini, che sentono l'esigenza di imparare ad essere in sicurezza alla guida dei veicoli, in particolare in questo caso a maggiorenni che guidano autovetture.

Come si sviluppa?

Si partecipa prima ad un corso teorico della durata di circa 1:30' e poi ad un corso di guida della durata di circa 6:00’, sempre affiancati da esperti istruttori.

Cosa vi prefiggete?


Questi corsi possono permetterci di avere nel prossimo futuro guidatori più capaci e coscenziosi, quindi di contrastare le attuali stragi stradali.

Avete in mente soprattutto i giovani?

Si, le future generazioni se ben educate alla sicurezza stradale porteranno la diminuzione delle vittime degli incidenti, anche se la riforma dei già patentati è assolutamente necessaria.

Come mai in parrocchia?


La collaborazione con il Vicariato di Roma nasce seguendo la riflessione che il Santo Padre ha suggerito a tutti i cristiani riguardo la relazione che deve esserci fra l’educazione stradale e la carità cristiana. Da qui questo primo progetto pilota del 24 e 25 gennaio.

Cosa prevede questa collaborazione?


Il progetto che stiamo portando avanti con il Direttore dell' Ufficio della Pastorale e tempo libero del Vicariato, Monsignor Pier Gaetano Lugano, prevede dopo questo progetto pilota con la parrocchia Gran Madre di Dio, di andare in tutte le 350 parrocchie di Roma.
L’ultimo rapporto Aci-Istat (consultabile al sito www.aci.it) mostra un decremento degli incidenti e delle vittime della strada rispetto agli anni scorsi, ma il fenomeno costa, a livello economico e in termini di vite umane, ancora troppo: 14 morti e 893 feriti in media ogni giorno.
L’Unione Europea nel 2001 ha indicato una riduzione degli incidenti stradali del 50% da realizzare entro il 2010, risultato che difficilmente raggiungeremo.

Informazioni su questa e altre iniziative dell’ASGS si possono trovare sul sito www.asgsitalia.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Cassia, auto contro un pilone: due morti

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Incidente a Colli Albani, autocarro investe e uccide 42enne in via Menghini

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Mercatini di Natale a Roma: tutti quelli da non perdere

Torna su
RomaToday è in caricamento