RomaNordToday

Ri..viva il Parco Volpi: decoro partecipato e murales contro il degrado

Grazie all'iniziativa dell'Associazione Spazio Libero, nel parco di via della Farnesina è tornato il decoro: genitori e figli impegnati tra pulizie, giardinaggio e street art

Una settimana di festa ma anche e soprattutto di duro lavoro per ripristinare decoro e fruibilità di un parco, quello Volpi di via della Farnesina, da tempo sprofondato nel degrado e nell'incuria più profondi.

A promuovere l'iniziativa l'Associazione Spazio Libero, vincitrice di un bando municipale, che ha portato nel polmone verde della Farnesina intere famiglie con l'obiettivo di farlo rivivere. Da li genitori e figli si sono impegnati per estirpare le erbacce e rimuovere i rifiuti: la street art dei bambini ha donato allo spazio verde colore e allegria.  

"Dal 23 al 30 dicembre, salvo le giornate festive, è stato tutto uno sradicare erbacce e ripiantare nuove piante, disegnare e colorare, e insieme fantasticare su quanto ancora si può fare per riqualificare il Parco Volpi. Questo è quel che chiedono tutti: i cittadini che lo ricordano in una versione migliore di quanto non si presenti adesso, mamme e papà desiderosi di avere uno spazio così grande per i propri figli, e i bambini che hanno affidato ai loro disegni i desideri per un Parco a loro misura" - ha scritto l'Associazione Spazio Libero definendo l'iniziativa un successo e ringraziando l'Assessora alla Cultura del Municipio XV, Alessia Vivaldi, per le parole di sincero apprezzamento. 

Non esclusa, anzi, una replica dell'iniziativa vista come una vera opportunità di partecipazione dei cittadini e delle associazioni, "oltre che di dialogo aperto con un'istituzione di prossimità come il Municipio, alla riqualificazione degli spazi verdi, e perché no, di tutti i quartieri di Roma". 


 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Personalmente ritengo che avviare i piccoli ad imbrattare i muri e quanto di più diseducativo possa esserci e di socialmente dannoso. Gli street art (definizione in inglese per sentirsi più fighi) sono delle persone che impongono ad altre la loro idea di arte appropriandosi di spazi che sarebbero pubblici e quindi di tutti. Il tutto per appagare un loro desiderio di essere "famosi", infatti gli scarabocchi vengono fatti in posti ad alta visibilità. Il fatto che alcuni (pochi) eseguano dei disegni che potrebbero risultare piacevoli (per favore non chiamiamole opere d'arte.....è offensivo per i veri artisti) non fa diminuire la responsabilità per l'appropriazione di cose pubbliche secondo un concetto che ha preso sempre più piede e cioè "se una cosa è pubblica io sono il padrone di questa cosa". I bambini dovrebbero essere avviati verso un comportamento sociale e non verso un comportamento individualista ed egocentristico come quello di poter disporre dei muri cittadini per disegnare quello che si vuole. In questo modo il bambino avrà un'idea fuorviata perchè il messaggio che sarà trasmesso è quello che la cosa pubblica è a sua completa disposizione e che lui può fare quello che vuole. Potremo poi lamentarci se a casa fa la stessa cosa e sopratutto se oltre a dipingere sui muri dipingerà sulle automobili o sui treni o sugli autobus? La pedagogia deve riacquistare un ruolo sociale e distaccarsi dall'esasperato egocentrismo mammoide che sta sempre più caratterizzando le nuove generazioni con i risultati che sono di fronte agli occhi di tutti, specialmente a Roma. Dal punto di vista pedagogico - anche montessoriano, checchè se ne dica - sarebbe stato molto più utile portare i bambini a pulire le aree del parco ed aiutare il signor Bruno a piantare ed accudire le piante, insegnando così con l'esempio il rispetto delle aree verdi e dei giardini pubblici: avrebbero imparato qualcosa di utile anche per casa. Cosa diremo ai bambini, invece, se un domani uno di questi artisti da strapazzo decide di cancellare i loro disegni infantili e fare un bel murale che a lui piace tanto?

Notizie di oggi

  • Politica

    Disabili gravi senza assistenza, il caso irrompe in campagna elettorale: 50mila firme sul tavolo di Zingaretti

  • Cronaca

    Arrestato il super latitante Fausto Pellegrinetti, boss della Nuova Banda della Magliana

  • Politica

    Tende per il piano freddo, Caritas all'attacco: "Amministrazione in difficoltà nell'affrontare la povertà estrema"

  • Incidenti stradali

    Via Tiburtina: studente investito davanti la fermata dell'autobus, è grave

I più letti della settimana

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Sonny Olumati, il romano che ha "osato" fare una domanda alla Raggi, riempito di insulti dai grillini

  • Blocco traffico: a Roma domenica 21 gennaio niente auto nella fascia verde. Stop anche agli Euro 6

  • Fregene e Fiumicino, i 5 migliori ristoranti di pesce vista mare alla portata di tutti

  • Arrestato il capo dei capi della mafia cinese in Italia: viveva a viale Marconi

  • Superenalotto, 20 gennaio la data magica: estrazione da 87,6 milioni di euro

Torna su
RomaToday è in caricamento