RomaNordToday

A Prima Porta "danni da maltempo": affonda la stazione da 7,5 milioni di euro

Lo snodo sulla Ferrovia Roma Nord, inaugurato nel giugno scorso, chiuso due volte in 48 ore

I temporali che in questi giorni si stanno abbattendo su Roma hanno messo a dura prova la città: strade allagate, buche e voragini a squarciare gomme e piegare cerchioni, traffico in tilt. A risentire del maltempo anche i trasporti tra ritardi, corse saltate, car sharing e taxi presi d'assalto. 

Alla stazione di Prima Porta "danni da maltempo"

Non sorride la Ferrovia Roma Nord dove per ben due volte, in appena 48 ore, la stazione di Prima Porta è stata chiusa. Sia lunedì 7 che martedì 8 maggio i treni in direzione Montebello non hanno effettuato la fermata nello snodo su Piazza Saxa Rubra: così i pendolari sono stati dirottati nelle stazioni La Celsa e Giustiniana. Una vera e propria beffa, l'ennesima sul trenino Roma-Civitacastellana-Viterbo. 

"Danni da maltempo" - la comunicazione su Twitter Infoatac. Eppure la stazione di Prima Porta non ha nemmeno un anno. 

Roma Viterbo: ecco la stazione di Prima Porta

Una stazione costata 7,5 milioni di euro

La nuova infrastruttura, adiacente quella vecchia e fatiscente, ha aperto i battenti a metà del giugno scorso: 7,5milioni di euro l'ammontare dei lavori per la sua apertura. 

Realizzazione di due banchine per migliorare l’accesso ai treni; costruzione di un nuovo fabbricato viaggiatori in grado di ospitare locali di servizio per il personale di stazione-biglietteria e locali tecnici, atrio e accesso al sottopasso a servizio delle banchine, attrezzato con ascensori e rampe di scale, servizi igienici, locali commerciali. A ciò si sono aggiunti la realizzazione di un nuovo sottopasso dotato di due ascensori con accesso alle nuove banchine; la copertura di tutte le nuove banchine con pensiline; l’abbattimento delle barriere architettoniche con l’introduzione di rampe ed ascensori; la predisposizione di un sistema di guida per i non vedenti-ipovedenti con mappe tattili realizzato mediante il sistema di guida tattile Loges (Linea orientamento guida e sicurezza) e la realizzazione di un nuovo impianto di videosorveglianza, di illuminazione e antincendio. 

Pendolari costretti a scende a La Celsa e Giustiniana

Un'opera moderna e funzionale che però nei giorni scorsi non ha retto alle abbondanti precipitazioni costringendo i treni a saltare la fermata e i pendolari a scendere altrove. Almeno per qualche ora. I "danni per il maltempo" sono stati risolti nel giro di poco. 

Ascensori fuori servizio

Ma sulla Roma Nord è già polemica: dopo nemmeno un anno la nuova agognata stazione è stata colpita e affondata. Mentre, indipendentemente dai temporali, gli ascensori, che avrebbero dovuto renderla pienamente accessibile, risultano ancora fuori servizio. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento