RomaNordToday

Non aprite quella porta: al Cimitero Flaminio i bagni dell'orrore

I servizi igienici ripresi da una cittadina: muffa e terra nei servizi chiusi e inutilizzabili ma accessibili

Tombe nel degrado al Cimitero Flaminio, il camposanto capitolino a nord di Roma versa in condizioni pietose su tutti i fronti. Se sull'impianto idrico che lo ha lasciato a secco proprio nel mese dedicato alla commemorazione dei defunti il Campidoglio ha ordinato e effettuato interventi di ammodernamento, su verde, decoro, pulizia e sicurezza il lavoro da fare è ancora molto. 

Il Cimitero Flaminio in pessime condizioni

Lo sanno bene familiari e amici che si recano ad omaggiare i propri cari: lotti invasi dall'acqua, viali talmente impraticabili da costringere i bus Atac a cambiare percorso, furti di metallo e oggetti ai danni di tombe e auto posteggiate e una pulizia generale che lascia a desiderare. 

Che dire poi di quegli angoli lasciati completamente nell'abbandono. E' il caso dei servizi igienici: alcuni chiusi e inutilizzabili, altri aperti ma ugualmente fuori uso e fagocitati da sporcizia accumulata nel tempo. Roba di mesi, forse anni. 

Bagni dell'orrore al Cimitero di Prima Porta

Esempio lampante i bagni del Lotto 1, limitrofi alla cappella 13. Interdetti da tempo e monumento al degrado sotto gli occhi di chi, in emergenza, li pensa utilizzabili. 

Mattonelle divelte, tubi staccati, lavandini e rubinetti divorati da ruggine e muffa così come i water otturati da sporcizia, foglie e terra. Servizi, forse una volta igienici, abbandonati a loro stessi e devastati da mancata pulizia e utilizzo. 

A mostrare l'orrore che si cela dietro quelle porte aperte una giovane che ha deciso di postare il video su Facebook. "Sono andata al cimitero di Prima Porta , ho ripreso i bagni che si trovano dentro al lotto 1 cappella 13, sono una cosa pietosa da denuncia" - scrive Francesca sollevando l'indignazione generale. 

Il camposanto tra degrado e incuria

Che i bagni immortalati siano chiusi al pubblico da tempo a nessuno importa, la vergogna a Prima Porta è comunque sotto gli occhi di tutti: manca la cura più basilare, anche il semplice e non risolutivo accorgimento di celare dietro catene e lucchetti quelle pessime condizioni. Sempre però nell'ottica di un'imminente pulizia e ripristino dei servizi o di un loro completo smantellamento. 

Il Cimitero Flaminio continua a far paura. Soprattutto alla luce del giorno quando incuria e degrado diffusi "splendono" nello sfacelo generale. 

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • Da Acilia a Marranella, colpo a vecchie e nuove piazze di spaccio. Presi i nuovi capi: 21 arresti

Torna su
RomaToday è in caricamento