RomaNordToday

Ferrovia Roma Nord, manutenzione per parcheggio Montebello: "Obiettivo è ampliamento"

La commissione mobilità del Comune nello snodo della Roma-Viterbo, Stefàno (M5s): "Fondi europei per potenziamento, la Regione investa su infrastruttura"

Spesso insufficienti per rispondere alle esigenze dell'utenza, bui, in condizioni di degrado e insicuri: oltre ai costanti disservizi sulla linea, tra ritardi e corse soppresse, a rendere ancor più difficile la vita dei pendolari della Ferrovia Roma Nord sono anche i parcheggi di scambio. 

La commissione mobilità a stazione Montebello

E' così da Tor di Quinto alla Giustiniana, passando per Labaro e La Celsa. Un tema, quello dei parcheggi della Roma-Civitacastellana-Viterbo, al centro dell'ultima commissione mobilità di Roma Capitale, per l'occasione convocata alla stazione di Montebello. 

"E' stata una commissione importante. Abbiamo fatto un punto della situazione con Atac, Dipartimenti e Polizia Locale sullo stato del servizio, sulla manutenzione e ampliamento dei parcheggi" - ha fatto sapere il presidente della commissione, il consigliere del M5s Enrico Stefàno. "Per quanto riguarda presidio e sicurezza, sappiamo che ci sono state delle difficoltà, cercheremo di migliorare questi aspetti".

Il parcheggio di scambio di Montebello "ampliato e potenziato"

Per il parcheggio di scambio di Montebello, nel quale approdano gran parte dei pendolari provenienti dai comuni a nord di Roma, in programma alcuni lavori di manutenzione con pure l'obiettivo di ampliare gli spazi destinati alla sosta delle auto degli utenti della Roma-Civitacastellana-Viterbo. 

"I lavori partiranno quest'anno" - ha annunciato Stefàno. "Il dipartimento sta lavorando nella maniera più rapida possibile. Vogliamo recuperare dei fondi europei per realizzare un progetto di ampliamento e potenziamento di questo parcheggio che ad oggi non è sufficiente".

Roma Nord, i pendolari chiedono "vigilanza itinerante" per salvare i parcheggi di scambio

In corso di verifica la possibilità di acquisire un'area di proprietà di Anas per ampliare il perimetro degli stalli e favorire così lo scambio tra gomma e ferro, in entrata in città l'abbandono del mezzo privato in favore di quello pubblico. 

L'appello alla Regione: "Servono investimenti su Roma Viterbo"

Poi la consapevolezza di dover lavorare per dare ai pendolari un servizio migliore, più afficiente e veloce. "Questa è una ferrovia di proprietà della Regione: sono quantomai necessari investimenti su infrastruttura e treni. Atac, nelle condizioni attuali, fa il possibile: negli ultimi anni - ha aggiunto Stefàno - sono aumentati treni e corse. L'appello è che la Regione decida di investire in questa infrastruttura che è fondamentale per Roma Nord". 

Entro il 2022 sei i nuovi treni che, con il via libera della Pisana all'acquisto delle vetture, viaggeranno tra Roma e Viterbo. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento