RomaNordToday

I ragazzi di Fuori dal GRA: attraverso musica ed eventi la "sfida" alla marginalità della periferia

Nati appena un anno fa saranno loro ad organizzare la prima serata di Labaro Rock con un contest dedicato a musicisti emergenti under 35: "L-Factor" al Parco Marta Russo

La possibilità di esibirsi su un palco che nel corso degli anni ha ospitato cantautori e band che poi si sono affermati, l'emozione di un live immerso nel verde in un contesto tanto familiare quanto professionale: il Parco Marta Russo scalda i motori per la nuova edizione di Labaro Rock che, quest'anno, avrà l'intera serata inaugurale dedicata ai giovani. 

Fuori dal GRA: i ragazzi che "sfidano" la periferia

Non solo sul palco. Già perchè a gestire il primo giorno di Festival sarà Fuori dal GRA: ragazzi poco più che ventenni di Labaro, Prima Porta e Valle Muricana che, circa un anno fa, hanno deciso di fondare questa associazione culturale per dare un contributo alla vita del quartiere. 

"L-Factor": così Labaro Rock cerca musicisti emergenti

Saranno loro ad organizzare per Labaro Rock un contest per singoli, duetti e band rigorosamente under35. Una sorta di "L-Factor" con tanto di esibizioni, prove e una giuria pronta a dire la sua in modo severo. Previsto anche il "voto da casa": più che altro un indice di gradimento del pubblico che sarà presente al live del 5 settembre 2019. 

Sei in tutto i concorrenti che Fuori dal GRA, già impegnato nelle selezioni, sta cercando. Per partecipare i musicisti interessati hanno tempo fino al 30 giugno: basterà mandare a fuoridalgra@gmail.com il proprio pezzo migliore e attendere. 

A Labaro Rock un concerto contest

Ma come funzionerà il concerto-contest? Ognuno si esibirà per circa 15' con i propri successi (escluse le cover ndr.), un mese prima della fatidica data gli organizzatori consegneranno il titolo per una canzone che, in base a stili musicali e vocazioni, dovrà essere composta e cantata in quella sera di "sfida". 

"La più bella e interessante vincerà il premio" - spiegano a RomaToday da Fuori dal GRA emozionati per l'investitura ricevuta da un'organizzazione, quella di Labaro Rock, che nel quartiere e non solo è un'istituzione. 

Il sogno di Fuori dal GRA

"Per noi è un grande onore partecipare all'organizzazione di Labaro Rock, una manifestazione storica e importante per il nostro quartiere. Siamo nati un anno fa a Labaro con l'obiettivo di promuovere cultura a 360gradi attraverso dibattiti, concerti e cineforum: vorremmo essere un centro sociale e culturale di questa periferia dove una realtà così manca davvero". 

Da Labaro a Valle Muricana: periferie senza centri di aggregazione

E come dar loro torto: a Valle Muricana il centro polivalente non è mai stato aperto, il campo di calcio e il parco pubblico sono solo 'fai da te', curati da Comitati e associazioni; a Labaro mancano piazze e strutture, a convogliare i giovani di zona solo i cocenti gradoni della fontana monumentale o i tavolini dei bar. Non va meglio a Prima Porta. 

"Vorremmo che i nostri coetanei non fossero costretti a dire sempre 'vado a Roma' per trovare iniziative interessanti: pensiamo infatti che il nostro territorio - aggiungono Lorenzo De Angelis, fondatore di FDG, e Stefano Mercurio - abbia un grande potenziale inespresso. E' pieno di giovani, di verde e di spazi di aggregazione inutilizzati". 

E' quindi il coinvolgimento il primo passo di Fuori dal GRA, poi la rete con le altre realtà della zona e un programma ancora da scrivere su iniziative di cittadinanza attiva. Si cimenteranno come prima cosa con la musica: con il contest di Labaro Rock. 

"Noi - dicono - siamo 'Fuori dal GRA' e la nostra piccola sfida è quella di rendere la nostra marginalità solo geografica". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento