RomaNordToday

A Labaro è già primavera: le fioriere "fai da te" colorano il quartiere

A realizzarle uno dei residenti che nel week end si trasforma in abile artigiano: così i vecchi bancali diventano arredi urbani

Viole, margheritine e piccole piante grasse abilmente incastonate nel legno, prima levigato e poi verniciato, di vecchi bancali: le coloratissime fioriere "fai da te" conquistano Labaro, dove la Primavera sembra essere arrivata con un bel po' di anticipo. 

Le fioriere "fai da te" coloranoo Labaro

A dar vita alle creazioni artigianali casalinghe Raffaele Cuomo, residente del quartiere che con abilità e tanta fantasia sta fornendo alle piccole attività commerciali della borgata le fioriere nate dal riciclo di vecchi pallet. 

Prima la ricerca delle pedane recuperabili e più adatte, poi la levigatura del legno, la sua sistemazione per far posto ai vasetti dei fiori e la verniciatura: così giallo canarino, rosso intenso, verde smeraldo, blu elettrico e bianco lucente danno un tocco di colore in più ad un quartiere che, murales a parte, ne ha un gran bisogno. 

Già perchè le fioriere di Raffaele stanno riscuotendo un grandissimo, e forse inaspettato, successo: tanti gli esercenti, che in alcuni casi contribuiscono pure con materiali e piccoli sconti alla realizzazione delle fioriere, che hanno scelto di dotare gli ingressi delle loro attività con le coloratissime installazioni. 

Dai bar e pasticcerie storiche alle ferramenta, passando per macellerie, negozi di elettrodomestici e cose per la casa. 

Il recupero dei bancali per donare colore al quartiere

Così i bancali reinventati diventano il nuovo arredo urbano di Labaro. "E' nato tutto dalla prima fioriera realizzata per un commerciante amico: l'idea è piaciuta ed ho così pensato che fosse un modo per dare un volto diverso al quartiere. Uno strumento per arginare soprattutto inciviltà e sporcizia: dove c'è bello e decoro tutto infatti si sentiranno in dovere di mantenerli" - ha spiegato a RomaToday Raffaele. 

La "bottega" nel cortile della sua casa: "Mi dedico a queste realizzazioni nel week end: in un giorno riesco a realizzarne 3 o 4" - racconta. 

La richiesta è crescente. "Sono tantissime le persone che mi hanno chiamato per sapere come ottenere una di queste fioriere. E' un buon segnale perchè così facendo si recuperano pallet altrimenti destinati ad essere buttati. Un modo, colorato e se vogliamo anche molto semplice, per dare una nuova identità al quartiere nel nome della coesione sociale e della condivisione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un 'popolo dei fiori' che a Labaro si moltiplica di giorno in giorno: "Sarebbe bello che questa iniziativa contagiasse davvero tutti. Mai porre limiti ai sogni e alla fantasia". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Coronavirus, a Roma e provincia sei bambini positivi in 10 giorni

  • Coronavirus: a Roma 14 nuovi casi, 19 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento