RomaNordToday

Camping River, rom tornano sulle macerie del campo: occupazione lampo sgomberata dai vigili

Il blitz lampo nel campo di via della Tenuta Piccirilli, occupanti allontanati dalle forze dell'ordine. I residenti: "Ora controlli e messa in sicurezza"

Occupazione lampo al Camping River, il campo rom di via della Tenuta Piccirilli sgomberato dal Comune a fine luglio. Era il tardo pomeriggio di ieri quando poco più di quaranta persone hanno varcato il cancello riappropriandosi di quei moduli abitativi nei quali hanno vissuto per oltre dieci anni. 

I rom occupano il River

Famiglie con minori al seguito che non hanno trovato o accattato una soluzione alloggiativa alternativa riversandosi in strada tra furgoni adibiti a dormitori, giacigli di fortuna nei parchi e accampamenti nella piazza principale di Prima Porta. Un calvario lungo ormai un mese e mezzo. 

Ieri 13 settembre la scelta di occupare il River. "Per garantire una scuola ed una casa a tutti i bambini, le famiglie Rom hanno deciso di rientrare nel Camping River, nella proprietà privata dalla quale sono stati illegittimamente sgomberate" - l'annuncio dell'Associazione Nazione Rom con gli stessi rom ad allertare i carabinieri a garanzia dello svolgimento pacifico della rioccupazione. All'arrivo delle volanti, con un ingente dispiegamento di uomini e mezzi anche della Polizia Locale, i rom sono usciti dal campo senza opporre resistenza. Un blitz durato poco più di un paio d'ore che riaccende riflessioni, polemiche e timori intorno all'ex campo di Prima Porta. 

I residenti: "Ora controlli e bonifica area dell'ex campo"

Tra i primi a parlare gli abitanti di via della Tenuta Piccirilli: un centinaio di famiglie residenti in quel chilometro di strada ai margini di Prima Porta ancora senza alcun servizio (niente fogne, gas e acqua corrente ) che dal 2005 hanno vissuto fianco a fianco con l'ex "villaggio della solidarietà". 

"Quanto da noi previsto e comunicato alle amministrazioni, in seguito allo sgombero del River, come nostro timore, si è puntualmente avverato. Un gruppo di rom ha tentato di occupare nuovamente l’area dell’ex River. L’intervento repentino delle forze dell’ordine ha sventato l’occupazione. Ci domandiamo come sia potuto accadere visto che l’ingresso dell’ex River è presidiato h24" - scrive il Comitato di via Tiberina. 

Da li la richiesta di un controllo capillare sull’intera area, "volto a scongiurare l’instaurarsi di condizioni come questa" e l'accelerazione delle le operazioni di bonifica e messa in sicurezza dell’area stessa.

Un terreno privato tra il fondo della strada, campi incolti e il Tevere: è li che fino a due mesi fa sorgeva il campo rom River, sgomberato a fine luglio ma questione tutt'altro che chiusa con la diaspora dei rom in città, anche lontano da Prima Porta, sotto gli occhi di tutti. "Qui si è ricreato il Casilino 900" - denunciano da Torre Spaccata segnalando "le tende dei rom dell'ex River" spuntate nel verde incolto del parco archeologico di Centocelle. 

sgombero Camping River (2)-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento