RomaNordToday

Prima Porta destinata alla discarica perenne: il Comune accantona la piazza attesa da dieci anni

L'opera, già finanziata, risale al 2008 ma i fondi sono bloccati in ragioneria. La denuncia del Pd: "Nel piano investimenti del Campidoglio quei soldi non ci sono"

foto archivio

La piazza di Prima Porta rimane un miraggio: nel piano investimenti 2018-2020 non c'è infatti traccia di quei 516mila euro necessari a realizzare un progetto che risale ad un decennio fa. 

Il progetto della piazza giardino di Prima Porta

Su via della Giustiniana, nel cuore dei Prima Porta, proprio tra i palazzi dell'ex Isveur che oggi affacciano su fango e rifiuti, il quartiere sogna la piazza giardino promessa: alberi, siepi e panchine lungo i vialetti e verso l'area giochi per bambini. Il tutto illuminato con 14 pali di differenti dimensioni. 

Un'area ordinata, decorosa e fruibile che però per Prima Porta è una chimera. In quel piazzale adibito a parcheggio tra buche, terriccio e rovi sorge infatti una discarica perenne: un angolo dove i più incivili accumulano ingombranti, copertoni e pure vecchi elettrodomestici. Uno scempio proprio sotto le finestre delle palazzine popolari. 

Prima Porta, la piazza è un miraggio: finanziata nel 2008 al suo posto fango e detriti

Un'opera attesa da dieci anni

Della piazza tanto agognata nessuna traccia. Un'importante opera del programma di recupero urbano di Labaro e Prima Porta per la quale nel 2008, con l'ultimo Bilancio della Giunta Veltroni, sono stati stanziati 516mila euro.

Il progetto definitivo è stato approvato con una delibera del gennaio 2013, successivamente sono state espletate le procedure di gara ma il procedimento amministrativo di competenza del dipartimento politiche delle periferie si è arenato.

Occorrerebbe quindi sbloccare i fondi dedicati, congelati dalla ragioneria generale, e poi affidare i lavori all'impresa aggiudicataria affinchè quella piazza che Prima Porta attende da anni diventi finalmente realtà. 

La denuncia del Pd: "Fondi assenti nel piano investimenti"

Tutto ancora da rimandare. "Ho appurato con grande stupore, leggendo attentamente l'assestamento di bilancio che si discuterà nei prossimi giorni in Campidoglio, come questa amministrazione Cinque Stelle per il secondo anno non abbia voluto ri-inserire nel piano investimenti 2018-2020 i fondi regionali di 516mila euro per la realizzazione della Piazza Giardino in via della Giustiniana. Forse la Sindaca non sa del degrado che regna su quell'area o non vuole sapere" - tuona Gina Chirizzi, consigliera del Pd in Municipio XV, ricordando come nel dicembre del 2017 il Consiglio di via Flaminia, attraverso un atto, reclamava con urgenza la reimpostazione dei fondi bloccati in ragioneria capitolina. 

"Per la piazza di Prima Porta - incalza la Dem - rimaneva fare solo la gara e la cantierizzazione. Nemmeno questo sono stati capaci di portare a termine. Le chiacchiere stanno a zero sul piano investimenti questi soldi non sono stati inseriti. Vergogna!"
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

Torna su
RomaToday è in caricamento