RomaNordToday

Una discarica al posto dell'attesa piazza: al via la bonifica nel cuore di Prima Porta

Ruspe a lavoro tra via Inverigo e via della Giustiniana per rimuovere cumuli di rifiuti: qui il quartiere attende da anni vialetti, panchine, area ludica e parcheggi

Intervento di bonifica nel cuore di Prima Porta, in quello slargo di via della Giustiniana dove da anni il quartiere attende una piazza. Qui, in un parcheggio tra buche e fango dietro ai palazzi di via Inverigo il fenomeno dello sversamento illegale dei rifiuti non è mai stato arginato: mobili, materassi, poltrone, calcinacci e copertoni hanno fatto di quel piazzale una vera e propria discarica abusiva nel cuore di Prima Porta. 

Nel febbraio 2014 la bonifica dell'area con la rimozione dei rifiuti accatastati li in seguito alla devastante alluvione del 31 gennaio dello stesso anno. Un'operazione che però non ha sottratto l'area all'annoso fenomeno degli sversamenti illegali con buona pace delle palazzine che vi si affacciano sopra e del quartiere che li sognava vialetti e panchine

Nei giorni scorsi la nuova bonifica ordinata dal Municipio XV: "Erano anni che non si riusciva ad organizzare un servizio di bonifica alla discarica di Giustiniana/via Inverigo" - ha scritto l'Assessore all'Ambiente, Pasquale Annunziata sottolineando come sia stata ripulita anche via della Giustiniana km 3,500 e sottolineando "la proficua collaborazione instaurata dall'Amministrazione con AMA". 

"Si è passati da un periodo di emergenza e devastazione ambientale - guarda caso, nel mese del nostro insediamento, segnale di sfida rimandato al mittente con la rimozione del vertice AMA - ha scritto l'Assessore della Giunta Simonelli - ad un percorso che ci condurrà gradualmente alla normalità". 

Un plauso alle operazioni è arrivato anche dalla sponda Pd con la consigliera Gina Chirizzi a ringraziare l’Ama e il suo responsabile di zona: “E’ da febbraio 2014, dopo la prima bonifica post alluvione dell’area,  che nel lotto stazionano rifiuti di ogni genere,  parte dei fanghi e dei materiali smaltiti dai cittadini che hanno subito danni causati dall’evento alluvionale del 31 gennaio, al quale si sono progressivamente aggiunti, come purtroppo accade nelle aree di degrado, i rifiuti di tanti incivili. Un vero paradosso che la dice lunga sullo stato di salute e sulla capacità di reazione dell’amministrazione. Questo a prescindere da chi governa". 

Da qui l'esortazione ad impegnarsi alla ricostruzione di una città che funziona, "nella quale le cose più semplici e naturali non avvengono solo perché una consigliera ha passato tre anni a sgolarsi". 

Ripulita l'area si dovrà adesso provvedere al suo mantenimento affinchè non sprofondi nuovamente nell'incuria più totale. Da sbloccare poi quei lavori per la realizzazione dell'agognata piazza di quartiere con parcheggi e area ludica che, nonostante quei 516mila euro stanziati nel 2008 dall'ultimo Bilancio della Giunta Veltroni, a Prima Porta sono da sempre un miraggio. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento