RomaNordToday

Alberi pericolanti e strada chiusa: Prima Porta ostaggio di transenne e rimpalli

Da oltre un mese parzialmente chiusa via Inverigo

Un solo senso di marcia, traffico deviato nelle viuzze interne del quartiere e percorso dell'autobus inevitabilmente tagliato. Così da oltre un mese Prima Porta è ostaggio delle transenne. 

Alberi crollati in via Inverigo

Ad essere parzialmente interdetta al traffico via Inverigo, una delle arterie principali del quartiere del Municipio XV: strada di collegamento tra Labaro e Prima Porta, connessione essenziale per chi arriva dalla Flaminia e deve raggiungere Valle Muricana, Santa Cornelia o Giustiniana. 

Una strada transennata in seguito al crollo di un pino: era infatti il 26 settembre scorso quando, intorno alle 22, uno degli alberi che dal cortile delle palazzine ex Isveur danno sulla strada crollò in terra. Tanta paura ma fortunatamente nessuna grave conseguenza. Da li l'arrivo di nastri e transenne.

Paura a Prima Porta, pino crolla in strada: "Segnalato più volte, tragedia sfiorata"

Alberature pericolanti nel cuore di Prima Porta

Due, secondo i Vigili del Fuoco, le alberature, da 15 metri circa, ancora pericolanti. Potatura o abbattimento il destino di quegli alberi che però, ad oggi, sono al centro di una diatriba legata alle competenze.

Rimpalli di competenze

"La vicenda è molto complessa perchè bisogna sciogliere il nodo di competenza tra l'ente gestore delle palazzine popolari ex Isveur e il Servizio Giardini. In queste settimane abbiamo più volte sollecitato un intervento per liberare la strada. Tuttavia al momento non è possibile prevedere con quali tempistiche verranno rimosse le transenne" - ha detto a RomaToday l'assessore all'Ambiente del Municipio XV, Pasquale Annunziata. 

La consigliera Pd: "Deve pensarci il Municipio"

"Deve pensarci il Municipio" - non ha dubbi la consigliera del Pd in Municipio XV, Gina Chirizzi. "La manutenzione del verde di quell'area, che è comunale, spetta al Municipo. Lo dispone anche il regolamento per il decentramento amministrativo". 

"I vigili del fuoco dopo la caduta dei due pini a via Inverigo hanno stilato una relazione e i inviato un fonogramma alla polizia municipale e ufficio tecnico comunicando la pericolosità dei pini e suggerendo una perizia di un agronomo per verificare la staticità di due alberature centrali. Al momento però - ha sottolineato Chirizzi - c'è un rimpallo di competenze tra municipio e comune e quindi nessuno fa nulla".

Auto in coda e mezzi pubblici deviati

Un intervento immediato e risolutivo sugli alberi pericolanti quanto attende il quartiere affinchè possa essere dichiarato il cessato pericolo e con esso rimosse le transenne.

Fino a quel momento, tra rimpalli di competenze e stallo, Prima Porta rimarrà ostaggio di nastri e senso unico con gli automobilisti alle prese con code e giro largo e gli utenti dei mezzi pubblici a districarsi tra lunghe passeggiate e bus da rincorrere. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Sciopero, a Roma lunedì 16 settembre a rischio i bus in periferia

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 14 e domenica 15 settembre

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Ragazza impiccata al parco giochi, il ritrovamento dopo una notte di ricerche. Il racconto del custode

Torna su
RomaToday è in caricamento