RomaNordToday

Escavatori in funzione a Prima Porta, al via la pulizia della marana

Dopo anni di attesa operai a lavoro nel canale che attraversa il quartiere del Municipio XV. Scettico il Comitato 31 Gennaio: "Serve sforzo in più per evitare altri allagamenti"

Operai ed escavatori a lavoro nel cuore di Prima Porta dove, dopo anni di attesa, è cominciata la bonifica della marana: il canale che attraversa il quartiere - deposito ormai di rifiuti, detriti, erbacce e rovi - le cui condizioni disastrose, quel 31 gennaio 2014, hanno contribuito a far svegliare la zona immersa nel fango. 

Operazioni che Prima Porta ha richiesto a gran voce invitando ARDIS a provvedere nell'immediato perchè il quartiere non subisse più una situazione disastrosa come quella vissuta nemmeno due anni fa. 

"Siamo preoccupati perchè la situazione che si è creata il 31 gennaio 2014 non è del tutto escluso che possa ripetersi"- ha detto a RomaToday il presidente del Comitato 31 Gennaio, Francesco Mangone, focalizzando ancora una volta l'attenzione sulla necessità di un'operazione approfondita e risolutiva sulla marana.

Il dragaggio del canale e una manutenzione ordinaria annuale già programmata quanto chiede il quartiere piuttosto scettico che un "lavoro ordinario" come quello in corso possa rivelarsi utile "in una situazione straordinaria" come quella in cui si trova la marana di Prima Porta. 

A rassicurare la cittadinanza il direttore dei lavori, l'architetto di ARDIS Vittorio Coletta, che - in diretta su Buongiorno Regione Lazio - ha assicurato l'impegno dell'Agenzia per la Difesa del Suolo per il quartiere: "Abbiamo iniziato i lavori di sistemazione del fosso e la bonifica, proseguiremo inoltre con le opere di pulizia delle arginature" - ha detto in diretta su Rai3 ricordando pure la sistemazione e l'ampliamento degli impianti idrovori di Prima Porta "con il potenziamento di quello di via Frassineto, una zona del quartiere particolarmente depressa". 

A rimarcare l'importanza della programmazione e del proseguimento del lavoro sul risanamento idraulico della zona - per anni del tutto ignorato - ci ha pensato pure il Presidente del Municipio XV, Daniele Torquati: "Prima Porta - ha detto il minisindaco ai microfoni di Buongiorno Regione - necessita di una manutenzione ordinaria, precisa e puntuale. Sul piano del risanamento idraulico poi da parte delle istituzioni - ha concluso - non ci deve essere alcun passo indietro perchè significherebbe rendere vani i grandi sforzi fatti per recuperare il ritardo accumulato negli anni".

Dunque - a quanto pare - Prima Porta con gli impianti idrovori potenziati e la pulizia della marana in corso, seppur non quella approfondita desiderata da tutti, potrà dormire sonni più tranquilli. Anche nelle giornate di pioggia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

Torna su
RomaToday è in caricamento