RomaNordToday

Furti di rame e centralina "inaccessibile": stazione La Celsa sprofonda nel buio

Pendolari costretti a parcheggiare altrove o a munirsi di torce elettriche

E' buio pesto a stazione La Celsa, fermata lungo la Ferrovia Roma Nord posizionata tra Labaro e Prima Porta. Usciti dal sottopassaggio per i pendolari della linea inizia una vera e propria odissea, tutta nell'oscurità più totale: il parcheggio di scambio, spesso teatro di razzie e furti ai danni delle auto, è una sorta di buco nero. Tanto pericoloso da costringere parte degli utenti a parcheggiare sopra, lungo la Flaminia, a rischio multa. 

Stazione La Celsa al buio

Una condizione che va avanti da tempo: prima con i lampioni accesi a intermittenza, ora spenti da almeno dieci giorni. Così si moltiplicano le segnalazioni da parte del Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord e dei cittadini costretti a munirsi di torce elettriche una buona dose di coraggio per affrontare il buio che regna sotto al Viadotto Giubileo del 2000.  

Labaro, sotto al viadotto baracche e fumi tossici: "Raggi intervenga"

Il Municipio XV nell'oscurità de La Celsa

Una situazione inaccettabile anche per il Municipio XV che più volte ha sollecitato Atac e Acea ad intervenire per risolvere la problematica. 

"Abbiamo messo a conoscenza della situazione Atac e abbiamo scoperto che l'azienda, che ha la gestione dei parcheggi di scambio, non era in possesso di un riferimento specifico di Acea da contattare per risolvere questo tipo di problematica" - hanno sottolineato il presidente del Municipio XV, Stefano Simonelli, e l'assessore all'Ambiente Pasquale Annunziata arrivati in sopralluogo serale a La Celsa. 

Furti di rame e centralina "inaccesibile"

Furti di rame e una centralina inaccessibile i motivi per i quali la stazione della Roma Nord sarebbe al buio. "Il problema di alcune luci, quelle della parte alta, è dovuto al fatto che alcuni cavi di rame sono stati rubati. Il problema dei lampioni sotto al parcheggio invece - riportano Simonelli e Annunziata - non è stato risolto perchè la centralina secondo Areti (società di distribuzione di energia elettrica del Gruppo Acea ndr.) è inglobata in un'area privata chiusa, dove non hanno accesso. Atac si è impegnata a fare un sopralluogo con Areti per cercare di capire qual è l'area interclusa". 

"La situazione - hanno aggiunto - risulta ancor più paradossale considerando che a fronte del non funzionamento dell’illuminazione nell’area del parcheggio della Stazione “La Celsa”, come purtroppo in altre aree del Municipio, o della mancanza totale di illuminazione pubblica in diverse vie, ci sono zone dove l’illuminazione è funzionante 24h". 

Da qui la promessa di ulteriore sollecito alla commissione del Comune e all'assessorato competente "affinchè intervengano in maniera efficacie ed efficiente" per risolvere il problema e far si "che non si ripeta". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento