RomaNordToday

Troppo pericoloso per rimanere aperto: chiuso il Parco di Colli d'Oro

La determina del Municipio XV, chiuse temporaneamente tre aree della pineta di Labaro in attesa della messa in sicurezza

Chiusura temporanea e parziale per il Parco di Colli d'Oro, la "pineta" di Labaro dove sorge il palazzetto dello sport incompiuto: quello che sarebbe dovuto diventare Casa Lazio e che invece oggi, a sette anni dall'inizio dei lavori, è un vero e proprio ecomostro. 

Il Parco di Colli d'Oro sfregiato da Casa Lazio

Dell'impianto sportivo pensato per ospitare le discipline minori della polisportiva biancoceleste e le società del quartiere è rimasto solo uno scheletro di cemento, con intorno travi in legno marcite e ferri arrugginiti. Il tutto immerso in un acquitrino. 

Un'opera privata su terreno pubblico prevista da un bando del 2006 vinto dalla Lazio Pallavolo. L'inizio dei lavori, tra le proteste della zona, nell'estate del 2012 con l'intervento di costruzione arenatosi in pochi mesi.

Così per anni intorno al palazzetto mai nato si sono annidati incuria, abbandono e pericoli. Nel 2015, in seguito a ritardi e inadempimenti, Roma Capitale ha deciso per la revoca della concessione e la rescissione del contratto. 

Messa in scurezza, manutenzione e nuovi alberi: così rinascerà il parco ostaggio dell'ecomostro

Il declino del Parco di Colli d'Oro

Da li il Parco di Colli d'Oro è sprofondato nello sfacelo più totale. Erba incolta, percorsi sport devastati, un'area cantiere più che pericolosa. 
Il tutto in attesa che per la "pineta" si ridefinissero competenze e interventi da realizzare per portarla agli antichi fasti. Un parco da rendere totalmente sicuro e fruibile. 

Chiuso il Parco di Colli d'Oro

Così, nelle more della messa in sicurezza, il Municipio XV ha deciso per la chiusura temporanea e parziale del parco al fine di "garantire la pubblica incolumità e prevenire situazioni di pericolo causate dalla caduta di rami, piante ed alberi". 

"La riapertura - si legge nella determina - sarà subordinata al ripristino delle normali condizioni di stabilità". Sui tempi previsti nessuna certezza: così Labaro rimarrà senza una parte di parco, quello di cui è orfano ormai da anni. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

Torna su
RomaToday è in caricamento