RomaNordToday

Municipio XV, taglio all'assistenza degli alunni disabili? "Servizio regolare"

Fratelli d'Italia accusa l'Amministrazione Torquati di aver tagliato ore all'Assistenza Educativa Culturale. Replica l'Assessore Ottavi: "Su fragilità si evitino futili e dannose strumentalizzazioni"

Sostanziale riduzione delle ore di assistenza AEC per gli alunni disabili del Municipio XV. A lanciare l'allarme il consigliere di FdI-AN in via Flaminia, Giuseppe Calendino, e il collega di partito, Giorgio Mori.

TAGLIO ORE ASSISTENZA -  "Abbiamo verificato con gli uffici dei Servizi Sociali che ci hanno effettivamente confermato che il servizio, ad ora, è coperto solo fino al 31 ottobre e che per carenza di fondi sono stati fatti dei tagli considerevoli nelle ore di assistenza verso numerosi aventi diritto" - hanno detto accusando la sinistra al governo del Municipio di avere poca attenzione al sociale e alle necessità dei più deboli.

Un tema delicato e da sempre considerato centrale nell'azione dell'Amministrazione Torquati con l'Assessore alle Politiche Sociali, Michela Ottavi, a replicare repentinamente a quanto affermato dai due esponenti dell'opposizione. 

SERVIZIO AE REGOLARE - "I bambini con il servizio AEC che hanno cominciato la scuola insieme ai loro compagni sono più di 170 con un incremento rispetto all’anno scolastico passato di 20 unità. Per garantire a tutti i bambini il servizio di assistenza si sono razionalizzate le ore disponibili con un progetto di intervento concordato con le famiglie, il Servizio Sociale del Municipio, la Asl, le scuole e la cooperativa. In questi giorni il lavoro degli Uffici sta proseguendo per verificare il buon andamento del piano predisposto e apportare, ove necessario, le opportune correzioni" - ha spiegato l'Assessore sottolineando l'importanza di questo servizio e invitando Fratelli d'Italia ad evitare su sui temi che toccano la fragilità delle persone "futili e dannose strumentalizzazioni politiche".

BUCO DI BILANCIO - “L’assistenza agli alunni diversamente abili è un servizio di fondamentale importanza per favorire il loro diritto allo studio nella scuola dell’obbligo. L’obiettivo è l’autonomia e l’integrazione dei bimbi per cominciare a renderli protagonisti del loro progetto di vita. L’Amministrazione Torquati - sottolinea Ottavi - ha garantito in questi anni il diritto allo studio dei bambini diversamente abili fin dal primo giorno di scuola: nonostante il buco di bilancio di oltre 3 milioni di euro ereditato dall’Amministrazione Giacomini e Alemanno e nonostante - ha concluso Ottavi - i conseguenti problemi del Bilancio capitolino che purtroppo ha creato seri problemi al servizio in altri Municipi.”

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Metro A, nuova fase dei lavori: per 6 giorni stop tra San Giovanni e Ottaviano

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

  • Donna trovata morta nei boschi: era a Fiumicino per il matrimonio della figlia

Torna su
RomaToday è in caricamento