RomaNordToday

I pixel di Krayon al Liceo Farnesina: così il murale racconta la vita

Nel cortile del liceo di Vigna Clara l'opera Macro Life, tributo alla natura e all'operato della Giacomo Vidiri onlus che con i suoi volontari ha recuperato il cortile trascurato

Rinasce grazie alla “Giacomo Vidiri” onlus, l'associazione in memoria del liceale scomparso in seguito ad un incidente stradale nel 2013, il cortile del Liceo Scientifico Farnesina: uno spazio da tempo trascurato e quasi del tutto inaccessibile rimesso in sesto dal lavoro infaticabile di volontari e giovanissimi soci. 

Il murale di Krayon colora il Liceo Farnesina

Ad incorniciare questo lungo percorso di decoro e cura, la realizzazione di un murale raro ed elaborato: il Macro Life di Krayon di a.DNA che ha portato sui muri del liceo di Vigna Clara i suoi pixel. 

Macro Life è una magnifica opera murale, contestualizzata alla perfezione nelle architetture delle pareti sulle quali l’artista è intervenuto con forme geometriche e giochi di linee trasversali che scandiscono armonicamente la struttura ad intervalli regolari. Una ritmica musicale visiva che si unisce perfettamente al contesto architettonico e naturale: quello del Liceo Musicale.

Macro Life al Farnesina: ecco il murale di Krayon

I pixel di varia grandezza sono calcolati al millimetro per posizionarsi correttamente a formare le cellule umane e le fibre vegetali rappresentate in una visualizzazione macro, presa da foto reali scattate al microscopio.

Così Macro Life si presenta come un tributo alla natura, alla perfezione matematica che scandisce le biodiversità e i delicati equilibri che compongono la sinfonia delle nostre vite. 

I pixel raccontano gli forzi della Giacomo Vidiri onlus

Un modo per l’associazione a.DNA, con l’artista Krayon, per donare al Liceo una rappresentazione visiva degli sforzi che ogni giorno la Giacomo Vidiri onlus mette in campo per dare la possibilità ai ragazzi che frequentano il Liceo Farnesina di riappropriarsi degli spazi inaccessibili e mantenerne la cura. 

Il murale interpreta anche l’operato e le basi fondanti dell’associazione, nata proprio per sensibilizzare i giovani adolescenti al valore della propria Vita: "L’obiettivo è migliorare il proprio pezzo di mondo, partendo dalla cura di sé stessi e degli altri, della scuola frequentata, delle strade del proprio quartiere e della città". 

L'omaggio alla vita

Come nel murale estremamente simbolico di Krayon, la vita è composta da microparticelle, piccoli gesti, pigmenti di colore che insieme formano la complessità delle forme, la musicalità delle linee, l’impatto delle azioni nel mondo. 

"Il rispetto e la sintonia con le cose che ci circondano - hanno detto i promotori dell'opera d'arte - sono il primo passo per rispettare sé stessi e trovare un senso alla propria esistenza". 
 

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Morso del ragno violino, tutto quello che è bene sapere

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

Torna su
RomaToday è in caricamento