RomaNordToday

Frana Cassia: "Pure mi fijo co' paletta e secchiello avrebbe finito!"

Un'altra scritta polemica sul new jersey in via Cassia, altezza Giuochi Delfici. Qui lo ricordiamo l'evento franoso legato all'alluvione del 31 gennaio. L'avvio della messa in sicurezza è previsto per fine marzo

Da "mi fijo" a "mi nonno", sulla Cassia i writers colpiscono ancora. Ancora ironia sui tempi di lavoro legati al ripristino dell'evento franoso, quello tra i tanti causati dall'alluvione del 31 gennaio, all'altezza di via dei Giuochi Delfici. Ironia mista a rabbia che si sfoga con bombolette sul new jersey posto a limite del cantiere. "Pure Mi fijo co' paletta e secchiello avrebbe finito!". 

E invece i lavori per la messa in sicurezza sono appena cominciati con la fase preliminare del consolidamento del versante, anche se l'assessore ai Lavori Pubblici e Periferie, Paolo Masini, ha più volte annunciato, anche in conferenza stampa, che l'intervento vero e proprio sarebbe cominciato entro fine marzo, e terminato in un paio di mesi. 

“I tecnici del Dipartimento Manutenzione Urbana e dell’impresa - ha spiegato Masini - inizieranno le operazioni di disboscamento della collina e di installazione del cantiere, e proseguiranno i monitoraggi e i rilievi già avviati nelle scorse settimane".

"Per il ripristino definitivo - prosegue - la legge ci impone la presentazione del progetto ai privati proprietari del terreno. Ma l’avvio del cantiere è la dimostrazione che non intendiamo fermarci davanti alla burocrazia, perché occorre dare respiro ad un quadrante, quello di Roma Nord, che oggi è ‘strozzato’ dalle 66 frane causate dal maltempo di fine gennaio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ci vuole pazienza insomma, e anche tra i residenti c'è chi in fondo non condivide l'ironia delle scritte a bombolette. “Non so se tu nonno oltre la pala vuole reggere pure la casa” replica infatti una foto su facebook che immortala una delle abitazioni sovrastanti al costone franato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Miss Roma 2020: in 15 per l'ambita corona. Domenica la premiazione a Frascati

  • Ai funerali Willy arriva 'Er Brasile', Minnocci respinto all'ingresso: "Trattato come bandito, ma volevo solo portare fiori"

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento