RomaNordToday

Cesano, strada allagata e sosta selvaggia: "Quando piove scuola irraggiungibile"

In via Sforzini fiume d'acqua e bambini costretti allo slalom tra le auto. Pandolfi: "Riprendere progetto su potenziamento raccolta acque meteoriche"

Calosce ai piedi per oltrepassare quella strada trasformata in fiume dalla pioggia battente, attenzione massima per evitare le manovre disattente di qualche genitore e slalom obbligato tra le auto lasciate in sosta selvaggia. Mattinata da dimenticare per gli alunni della scuola Leonardo Angelini di Cesano alle prese con il maltempo e con le disastrose conseguenze che le precipitazioni creano in via Sforzini dove l'efficace raccolta delle acque meteoriche è ancora una chimera.

Eppure per ovviare alla problematica il Municipio XV nel marzo scorso aveva votato favorevolmente una Risoluzione che prevedeva di potenziare la raccolta delle acque meteoriche in via Sforzini, aggiungendo alle griglie già esistenti collocate in prossimità della scuola, delle nuove, nel tratto compresso tra via Orrea e il civico 71. Una serie di interventi che avrebbe dovuto liberare dagli allagamenti sia la scuola Angelini che il vicino Centro Anziani. Un documento rimasto però lettera morta e che adesso sembra necessario riesumare. 

"Il fiume di acqua che scorre lungo la via di accesso alla scuola nelle giornate di pioggia, rendendola impraticabile, è dovuto alla mancanza della linea (e delle relative griglie) per la raccolta delle acque piovane (meteoriche). Vi chiedo di riprendere questo atto approvato all'unanimità e di farlo attuare, visto che i costi non sono proibitivi, come stabilì lo stesso ufficio tecnico municipale" - ha scritto Giuliano Pandolfi, ex consigliere del Quindicesimo e firmatario di quella risoluzione, rivolgendosi al nuovo Consiglio di via Flaminia 872. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appello ed una sorta di autocritica poi ai genitori  invitati non arrivare con la vettura proprio davanti a scuola: "Impegniamoci tutti a parcheggiare più distante e a raggiungere l'istituto a piedi, in modo da non mettere in pericolo i bambini che si vedono passare le auto vicino. Il primo giorno di scuola, proprio per questo motivo, - riporta Pandolfi - ad un bimbo è stato schiacciato un piede. Lasciamo transitare le auto con contrassegno invalidi, i mezzi scolastici e i mezzi di servizio, le auto dei residenti" - ha scritto richiamando la collettività di Cesano ad un maggior senso civico. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento