RomaNordToday

Babi e Step tornano a Roma Nord: è ancora “Tre metri sopra il cielo”

Su Ponte Flaminio nuovo striscione, avviate operazioni di decoro

Tredici anni dopo il film che ha consacrato il libro, Babi e Step, protagonisti del romanzo di Federico Moccia del 1992, sono tornati a Roma Nord. Se non loro dei fedeli emulatori. 

Io e te tre metri sopra il cielo su Ponte Flaminio

Già perchè su Ponte Flaminio, sul grande arco che guarda Ponte Milvio, è spuntata nuovamente la scritta "Io e te tre metri sopra il cielo": una dichiarazione d'amore già messa nero su bianco da qualche romantico writer subito dopo l'uscita della pellicola.

Un graffito, fedelmente ispirato alla scena del film, che per anni, con buona pace del decoro, ha campeggiato su viale di Tor di Quinto resistendo a scritte sovrapposte e slogan politici affissi lassù alla ricerca di grande visibilità. 

Ponte Flaminio graffiti e selfie nel vuoto

Nei giorni scorsi la riapparizione della citazione di "mocciana" memoria. Non un nuovo murale ma uno striscione affisso sopra la vecchia scritta ormai consunta e oscurata dai depositi dello smog.

"Io e te tre metri sopra il cielo" - si legge arrivando da Ponte Milvio sul grande manifesto che già presenta i primi segni di cedimento.

L'ennesimo blitz di ignoti oltre il parapetto di Ponte Flaminio, lo stesso dove i teenagers sfidano gravità e sorte a suon di selfie sul vuoto nei giorni passati lontano da scuola. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ultimo azzardo dei teen di Roma Nord: foto e alcol sospesi sul ponte

Via graffiti e scritte da Ponte Flaminio

Un ponte maestoso per lungo tempo vessato da scritte e tag, dove il bianco originario è stato coperto da graffiti e nero di smog. Dall'inizio di ottobre al via le operazioni di decoro con le squadre del Comune impegnate a rimuovere i lasciti di writers e vandali. Al vaglio anche l'ipotesi dell'installazione di un impianto di videosorveglianza come deterrente: affinchè quel ponte di Roma Nord ritrovi il decoro perduto e non sia il monumentale emblema di una "terra di nessuno". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento