RomaNordToday

Ordinanza sulla movida: la legge non vale dietro "l'angolo"

Viaggio nella movida del XX municipio per capire quanto venga rispettata l'ordinanza che vieta dalle ore 21 la vendita per asporto di tutte le bevande in vetro o in lattina e lo stop assoluto alla vendita e alla somministrazione di alcolici anche all'interno dei locali, dalle 2 di notte in poi

_mg_6015Emessa dal prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro cosa dice l'ordinanza 2916/2009? In base a questa ordinanza è di fatto vietato negli esercizi pubblici commerciali, laboratori artigianali, circoli privati e rivendite ambulanti dalle ore "21" in tutti i giorni del periodo compreso tra il 17 gennaio 2009 e il 28 febbraio 2009 la vendita per asporto di tutte le bevande in vetro o in lattina nei luoghi della movida notturna individuati nel Municipio XX, VI, III e I. Ulteriore novità è poi quella che prevede lo stop assoluto alla vendita e /o alla somministrazione di alcolici anche all'interno dei locali, dalle 2 di notte in poi.

Le Aree Interessate

Le aree interessate da questa ordinanza del XX Municipio sono: Piazza Saxa Rubra (a Prima Porta), via della Stazione di Prima Porta, via della Villa di Livia, via della Giustiniana dal civico 1 al 6, Piazzale di Ponte Milvio, Largo Maresciallo Diaz, via della Farnesina da Piazzale di Ponte Milvio all'incrocio con via della Maratona, via Prati della Farnesina, via Orti della Farnesina. Proprio riguardo quest'ultima fascia"Ponte Milvio" ecco sorgere un problema, definita anche dimenticanza che ha però creato una situazione di disparità di trattamento tra i locali e crea anche seri problemi nei risultati che ci si attende dall'ordinanza stessa. Chi frequenta la zona, sa che molti locali della movida, si trovano tra via Flaminia Vecchia e via Riano, entrambe limitrofe al Piazzale di Ponte Milvio, ma queste due strade non sono indicate nell'ordinanza, ed ecco la beffa basta girare l'angolo e l'ordinanza perde di valore quindi è possibile servire alcolici dopo le 2 e portare via le bevande anche dopo le 21 in vetro

La Movida

Noi di Zona siamo andati personalmente sul luogo a testare il reale rispetto dell'ordinanza e alle 23 di sabato sera siamo a Ponte Milvio, a causa della pioggia non c'è il solito afflusso di ragazzi ma non ci lamentiamo, cominciamo a girare per i locali sulla piazza e entriamo a prendere da bere, ci viene servito rigorosamente in plastica, a noi come a tutti gli altri ragazzi, questo è segno che qui sulla Piazza l'ordinanza è rispettata, se chiediamo agli esercenti cosa ne pensano, tutti concordano nel dire che un divieto limitato ad un ristretto luogo, non risolverà certo i problemi derivanti dall'alcool, né a far diminuire gli episodi che leggiamo in di cronaca nera negli ultimi tempi. Il problema secondo loro va affrontato in maniera diversa, inoltre gli esercenti tengono a precisare che rispettano quanto stabilito dall'ordinanza e servono alcolici in plastica fino alle 2.

Tra i ragazzi presenti stasera in piazza, molti ci riferiscono di come trovino inutile questa restrizione, ci fanno notare infatti, come fino ad un minuto dallo scadere delle 2 di notte possano bere tranquillamente, ma anche subito dopo! Potrebbero girare l'angolo e continuare. Molti poi ci riferiscono come qui si fermino solo come punto di passaggio, prima di recarsi in altri locali dove possono continuare tranquillamente a bere. Anche noi giriamo l'angolo e percorriamo Via Flamina Vecchia e di seguito via Riano e ci rendiamo subito conto di come alcuni esercenti in questa zona si siano resi solidali con i colleghi della Piazza e di come invece altri abbiano agito in totale autonomia, sui marciapiedi giovani che brindano con accesi "Cin Cin" tra bicchieri di vetro ci fa notare subito la differenza.

Scattano le 2.00 e noi torniamo ancora sulla piazza, i bicchieri dei ragazzi qui sono tutti quasi pieni segno che prima dello scattare della fatidica ora, si siano recati al bancone e abbiano fatto rifornimento di bevande, da adesso in poi nessuno ci da più alcool, segno che l'ordinanza è rispettata. Anche se questo non ci impedisce di notare come molti ragazzi siano eccessivamente euforici ... vediamo due ragazze uscire da un locale e barcollanti salire in macchina con i bicchieri ancora pieni e andare via a tutta velocità. Capiamo perciò che emarginare un fenomeno dilagante come quello dell'abuso di alcool come unico sballo del fine settimana non sia poi un compito così facile.

Fino ad ora di pattuglie di sorveglianza non ne abbiamo visto neanche l'ombra! Saremo stati distratti?

Articolo a cura di
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

  • Atac, Coronavirus: ecco come chiedere i rimborsi per gli abbonamenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento