RomaNordToday

Non aprite quella porta: al Cimitero Flaminio i bagni dell'orrore

I servizi igienici ripresi da una cittadina: muffa e terra nei servizi chiusi e inutilizzabili ma accessibili

Tombe nel degrado al Cimitero Flaminio, il camposanto capitolino a nord di Roma versa in condizioni pietose su tutti i fronti. Se sull'impianto idrico che lo ha lasciato a secco proprio nel mese dedicato alla commemorazione dei defunti il Campidoglio ha ordinato e effettuato interventi di ammodernamento, su verde, decoro, pulizia e sicurezza il lavoro da fare è ancora molto. 

Il Cimitero Flaminio in pessime condizioni

Lo sanno bene familiari e amici che si recano ad omaggiare i propri cari: lotti invasi dall'acqua, viali talmente impraticabili da costringere i bus Atac a cambiare percorso, furti di metallo e oggetti ai danni di tombe e auto posteggiate e una pulizia generale che lascia a desiderare. 

Che dire poi di quegli angoli lasciati completamente nell'abbandono. E' il caso dei servizi igienici: alcuni chiusi e inutilizzabili, altri aperti ma ugualmente fuori uso e fagocitati da sporcizia accumulata nel tempo. Roba di mesi, forse anni. 

Bagni dell'orrore al Cimitero di Prima Porta

Esempio lampante i bagni del Lotto 1, limitrofi alla cappella 13. Interdetti da tempo e monumento al degrado sotto gli occhi di chi, in emergenza, li pensa utilizzabili. 

Mattonelle divelte, tubi staccati, lavandini e rubinetti divorati da ruggine e muffa così come i water otturati da sporcizia, foglie e terra. Servizi, forse una volta igienici, abbandonati a loro stessi e devastati da mancata pulizia e utilizzo. 

A mostrare l'orrore che si cela dietro quelle porte aperte una giovane che ha deciso di postare il video su Facebook. "Sono andata al cimitero di Prima Porta , ho ripreso i bagni che si trovano dentro al lotto 1 cappella 13, sono una cosa pietosa da denuncia" - scrive Francesca sollevando l'indignazione generale. 

Il camposanto tra degrado e incuria

Che i bagni immortalati siano chiusi al pubblico da tempo a nessuno importa, la vergogna a Prima Porta è comunque sotto gli occhi di tutti: manca la cura più basilare, anche il semplice e non risolutivo accorgimento di celare dietro catene e lucchetti quelle pessime condizioni. Sempre però nell'ottica di un'imminente pulizia e ripristino dei servizi o di un loro completo smantellamento. 

Il Cimitero Flaminio continua a far paura. Soprattutto alla luce del giorno quando incuria e degrado diffusi "splendono" nello sfacelo generale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento