RomaNordToday

Parco Colli d'Oro, dall'ecomostro alla rinascita: "Lo restituiremo a cittadini valorizzato"

Sopralluogo della Commissione Ambiente capitolina nella "pineta" di Labaro tra il cemento e i ferri arrugginiti dell'ex cantiere: "Dopo bonifica confronto e condivisione su futuro struttura"

Il Parco di Colli d'Oro, quello in cui sarebbe dovuto sorgere il palazzetto dello sport costruito dalla Lazio Pallavolo, verso la rinascita. Dopo il primo sfalcio che ha interessato la parte alta, effettuato per arginare il rischio di incendi, il Municipio XV è in attesa che nelle casse arrivino i 45mila euro per la messa in sicurezza dell'ex cantiere: una recinzione necessaria affinchè nessuno possa più introdursi tra piloni di cemento consunti e ferri arrugginiti.

Ma l'operazione più drastica e profonda riguarderà la bonifica e la manutenzione dell'intera "pineta" da anni ostaggio di quell'ecomostro mai divenuto impianto sportivo: 200mila euro quanto chiesto da via Flaminia 872 al Dipartimento competente per l'intervento. 

"L’amministrazione municipale M5S, in sinergia con l’assessore Frongia, la Commissione Ambiente e il Dipartimento Tutela Ambientale sottrae così quest’area al completo abbandono al quale la passata gestione la stava condannando. La sua destinazione d’uso futura sarà individuata previa consultazione dei cittadini interessati, in coerenza con i valori di trasparenza e partecipazione democratica che contraddistinguono il nostro operato. Il nostro intento è quello di valorizzarla e di restituirla nelle migliori condizioni possibili alla cittadinanza” - ha detto il presidente della Commissione Ambiente capitolina, Daniele Diaco durante un sopralluogo a Colli d'Oro. 

Già perchè, dopo pulizia e bonifica, il quartiere, che quell'opera lasciata a metà l'ha subita ignaro, vorrà decidere cosa farne: se rigenerazione urbana riutilizzando le parti già in piedi, abbattimento totale o terze vie dovranno stabilirlo i cittadini. 

"Una volta completati sfalcio e bonifica con la manutenzione in carico al Servizio Giardini coinvolgeremo la cittadinanza e i Comitati in un percorso partecipato per capire che cosa vogliamo fare di questo mostro di cemento" - la rassicurazione dell'assessore all'Ambiente del XV, Pasquale Annunziata, che, nel video girato da Diaco non nasconde una leggera preferenza per la "rigenerazione urbana". "Un'idea potrebbe essere riutilizzare le scalinate che esistono per farne qualcosa: distruggere questo cemento e spostare l'inquinamento in un'atra cava, o comunque altrove, non risolverebbe il problema. Bisognerebbe trovare un'alternativa" - ha aggiunto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un parco, quello di Colli d'Oro, da restituire al quartiere: li infatti da troppo tempo percorsi sportivi attrezzati, sedute all'ombra e sentieri sono solo un lontano ricordo offuscato da erba incolta e devastazione. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

  • Atac, Coronavirus: ecco come chiedere i rimborsi per gli abbonamenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento