RomaNordToday

Valle Muricana reclama l’autobus 035: “Servizio indecente”

Attese di 40' alle fermate del bus, 11mila abitanti "tagliati fuori dal mondo". Il quartiere: "Non siamo cittadini di serie B"

Attese logoranti alla fermata del bus, 40 minuti e oltre prima che il mezzo passi: una battaglia, quella per lo 035, che a Valle Muricana va avanti da tempo. Alla richiesta di un servizio dignitoso e quantomeno in linea con le esigenze dei circa 11mila residenti è seguito invece il taglio delle corse.

Da 40 a 27 in seguito al riassetto delle linee di Roma Tpl con una vettura in più strappata dal Municipio spinto dalle proteste del quartiere per la fascia oraria 6.30-10.

Troppo poco secondo gli abitanti che dopo strade dissestate, assenza di scuole e servizi, un’area verde che appare come un miraggio e con un elettrodotto tra le case adesso si ritrova pure “tagliato fuori dal mondo”.

“Da tempo chiedevamo che la frequenza dello 035 venisse intensificata e invece ad oggi – spiega a RomaToday Erminio D’Agostino, presidente del Comitato di Quartiere ‘Karol Wojtyla’ – ci troviamo a dover combattere per riavere addirittura un servizio che ci è stato praticamente sottratto”.
“Si parla tanto di incentivare l’uso del trasporto pubblico e poi si lascia un intero quartiere a piedi o lo si costringe a prendere l’auto privata per poi passare la mattina in coda sull’unica strada percorribile” – prosegue D’Agostino non risparmiando critiche a chi amministra la Città.

“Valle Muricana – dice – ha subito l’ennesima aggressione dalla politica arrogante che nei territori esprime tutta la sua pochezza”.

Intanto in Consiglio era arrivato un atto proprio sul Tpl, una risoluzione a firma della consigliera del PD Gina Chirizzi che – oltre a 039 e 303 – chiedeva innalzare pure la frequenza dello 035: il documento è stato rinviato in Commissione per ulteriori valutazioni e quindi verrà discusso appena ricalendarizzato.

“Non vogliamo alcun palliativo – avvisano però da Valle Muricana pretendiamo un servizio decente perché qui – dicono – non siamo cittadini di serie B”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

  • Coronavirus, a Roma città 108 nuovi casi da Covid19. Focolaio in una RSA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento