RomaNordToday

Valle Muricana, la periferia si ribella all'antenna: "Già stritolati da tralicci dell'alta tensione"

Il quartiere che ha già respinto i tir della compagnia di telefonia mobile sul piede di guerra: petizioni e assemblee per evitare l'arrivo della SRB

Valle Muricana trema ma non si arrende. Prosegue infatti la battaglia della periferia del Municipio XV contro l'installazione di un'antenna di telefonia mobile nel bel mezzo del quartiere.

Una Stazione Radio Base alta 35 metri che una nota compagnia telefonica, ottenute le autorizzazioni del caso, è in procinto di installare su un lotto privato: tra palazzine e tralicci dell'alta tensione. 

L'antenna "killer" di Valle Muricana

Già perchè oltre all'antenna a spaventare il quartiere c'è quella combinazione micidiale di onde elettromagnetiche, tralicci e cavi metallici aerei dell'elettrodotto Santa Lucia che attraversa, ingombrante, le strade della zona. 

Da qui la dura lotta dei residenti e del Comitato di Quartiere Karol Wojtyla per evitare l'approdo della SRB in via Viadanica. 

La periferia dal 2015 in lotta contro la SRB

Anni di striscioni, proteste, incontri e petizioni con il tentativo di installazione dell'antenna bloccato dagli abitanti di Valle Muricana e dal Municipio XV lo scorso 5 settembre. Tir respinti in attesa di ulteriore documentazione. 

Il territorio così prende tempo e si riorganizza.

Online anche una petizione per dire 'No' all'antenna "killer": già centinaia le firme apposte. 

"Quell'antenna sarà deleteria per una zona già massacrata dai tralicci dell'alta tensione. Attaccati a questo ripetitore ci sono un centro abitato con alto numero di bambini" - scrivono i residenti su Change.org chiedendo che l'antenna venga installata altrove. 

"Vorremmo semplicemente che fosse spostata in un luogo consono per non rimetterci la salute tra qualche anno. Non vogliamo che Valle Muricana venga stritolata dai campi elettromagnetici". 

Ad introdursi nella battaglia anche Casapound. "In un territorio abbandonato, già vessato dalla presenza dell'elettrodotto di Santa Lucia, un impianto di questa portata andrebbe definitivamente a minare la salute delle persone che da sempre vivono nel quartiere. Il diritto alla salute dei cittadini è sacrosanto, e se le istituzioni hanno deciso che non vale la pena tutelarlo Casapound al contrario lo difenderà e si schiererà, come sempre, al fianco di quegli italiani che ancora non si arrendono" - hanno detto i militanti di via Napoleone III. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nuovo tentativo di installazione del pennone della SRB è previsto per il prossimo 2 ottobre, ma i residenti, che stasera 17 settembre alle 17:30 si riuniranno in assemblea, avvertono: "Qui nessuna antenna, a Valle Muricana non si passa". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Miss Roma 2020: in 15 per l'ambita corona. Domenica la premiazione a Frascati

  • Ai funerali Willy arriva 'Er Brasile', Minnocci respinto all'ingresso: "Trattato come bandito, ma volevo solo portare fiori"

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento