RomaNordToday

Via Francigena, la porta d'ingresso in città è una discarica: pellegrini tra rifiuti e topi

Muri di immondizia tra Isola Farnese, La Storta e La Giustiniana: "E' accoglienza indegna tra ratti e odori nauseabondi". Ama rassicura: "Progressivo miglioramento"

Oltre i cassonetti una lunga distesa di rifiuti ammassati sul ciglio della strada e sui marciapiedi che corrono tra Isola Farnese, La Storta e La Giustiniana: è questo lo scenario che si trovano davanti i pellegrini in ingresso nella Città Eterna dalla via Francigena

Muri di immondizia: ecco la via Francigena

Muri di immondizia dai quali si sprigionano odori nauseabondi e vomitevoli, tra i sacchi ammassati da giorni sulla strada di Roma Nord spunta pure qualche topo: una cartolina di degrado non tanto diversa da quella che la Capitale offrì, sempre nello stesso tratto, nel luglio del 2016, emblema di un'emergenza, quella rifiuti, più eterna della città. 

Altro che "presunta" o "senza fondamento" come si è affrettata a minimizzare la Sindaca di Roma, Virginia Raggi. 

I cassonetti stracolmi, i cumuli di spazzatura ben oltre la capienza e il perimetro delle batterie di Ama non risparmiano nemmeno i pellegrini costretti allo slalom tra sacchi maleodoranti, scatoloni e buste che non permettono il passaggio dei pedoni se non accanto alle auto che sfrecciano. 

I volontari della Francigena: "Per pellegrini accoglienza indegna"

"Purtroppo le centinaia di pellegrini provenienti da nord, vengono accolti in modo indegno, con cumuli di rifiuti nauseabondi e topi a banchettare in strada. Ma la cosa che fa male è il silenzio dell’amministrazione centrale e sopratutto quella locale che sembrano immuni alle richieste di aiuto" - scrive rammaricata l'associazione Valorizziamo Veio, denunciando lo stato di degrado in cui versa la porta di entrata della via Francigena alla città Eterna, ovvero il tratto romano della Francigena nel Municipio Roma XV, tra il borgo di Isola Farnese, La Storta e La Giustiniana. 

"Non ci sono più parole per questo stato di degrado, e la cosa che fa male è come il lavoro quotidiano dei volontari impegnati quotidianamente nella valorizzazione e tutela del territorio viene puntualmente denigrato". 

Rifiuti, strade lerce ma Raggi minimizza: "La notizia di un'emergenza è priva di fondamento"

Ama rassicura: "Situazione in progressivo miglioramento"

Intanto Ama fa sapere che la situazione in città è "in progressivo miglioramento": "Prosegue senza interruzione il lavoro degli operatori ecologici Ama per regolarizzare la raccolta dei rifiuti nei quadranti in cui, a macchia di leopardo, permane un surplus di materiali conferiti dai cittadini" - scrive l'azienda. 

A Roma Nord pulizia manuale 

"Il prelievo regolare dai contenitori è già assicurato pressocché ovunque, mentre proseguono gli interventi mirati di pulizia manuale intorno ad alcune postazioni (in particolare nel quadrante Nord di Roma non più servito dall’impianto TMB Salario, chiuso dall’incendio dell’11 dicembre scorso)". 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

Torna su
RomaToday è in caricamento